Gruppo Trevi | Nuovi cantieri in Usa e Medio Oriente

A Trevi commessa da 50 milioni per la torre di 65 piani e infrastrutture in Usa e Kuwait

Come illustrato dall’amministratore delegato Stefano Trevisani, a conferma del trend positivo del mercato americano, aggiudicati a Trevi spa altri due importanti lavori in Usa con la realizzazione di una torre di 230 m, oltre all'esecuzione di un diaframma in fango auto-indurente presso Lower Wood River. In Kuwait stipulato un contratto per la realizzazione di infrastrutture urbane.

Stefano Trevisani | Trevi Spa

Stefano Trevisani | Ad Trevi spa

Ing. Stefano Trevisani | Amministratore delegato Trevi spa
«La divisione Trevi continua ad acquisire commesse significative in aree di particolare rilievo. Il trend positivo previsto negli Stati Uniti si dimostra particolarmente promettente e l’aggiudicazione di queste commesse ne è la conferma. One Dalton rappresenterà la torre più alta del New England ed una delle strutture più  importanti realizzate negli ultimi decenni. L’edilizia privata e l’esecuzione di grattacieli di questo tipo sono la testimonianza di un mercato in forte ascesa. Va inoltre ribadito che il progetto della messa in sicurezza dell’argine del Mississippi River conferma il forte potenziale degli Stati Uniti, che necessitano sempre più di lavori sviluppati specificatamente dalla divisione Trevi. Infine, in Medio Oriente rimaniamo ottimamente posizionati e quest’ulteriore commessa sancisce l’ampliamento del portafoglio lavoro nell’area».

La divisione Trevi >> ha acquisito ancora commesse in aree di strategica importanza e si è aggiudicata lavori negli Stati Uniti e in Medio Oriente per un valore di 50 milioni di euro. Terminato lo skyline di Boston, la Trevi spa inizierà i lavori nel New England di una torre di 65 piani e 230 metri d’altezza, denominata «One Dalton». Ad aggiudicarsi i lavori per la fondazione della nuova torre è stata la Treviicos, controllata del Gruppo Trevi negli Stati Uniti. La società sarà appaltatore principale del progetto sotto la direzione della Suffolk Construction. La nuova torre ospiterà un hotel extra-lusso e appartamenti gestiti dal Four Seasons Hotel nella zona di Back Baya pochi passi dal fiume Charles.

Elementi portanti, livelli sotteranei, diaframmi plastici. La torre, del valore di 700 milioni di dollari, si fonda su una serie di elementi portanti rettangolari posti in profondità, che verranno scavati utilizzando l’idrofresa fino ad una profondità di 58 metri, di cui 5 di roccia. La costruzione prevederà inoltre tre livelli sotterranei supportati da un combinazione di diaframmi e pali secanti.
Sempre negli Stati Uniti, Treviicos si è aggiudicata un progetto per la realizzazione di un diaframma in fango auto-indurente presso Lower Wood River in Illinois. Anche per questa commessa la società opererà come appaltatore principale del progetto sotto la supervisione del Southwestern Illinois Flood Prevention District Council. La profondità massima dei pannelli è di oltre 40 metri per una superficie totale di 21 mila mq di paratia. I lavori interesseranno la costruzione di diaframmi plastici per la stabilizzazione e l’impermeabilizzazione delle faglie lungo il fiume Mississippi e Wood River Creek.

Opere infrastrutturali. In Medio Oriente il Gruppo Trevi ha acquisito un contratto per la realizzazione di opere infrastrutturali e viarie strategiche per l’ampliamento urbano del Kuwait. L’esecuzione dei lavori comporterà la realizzazione di fondazioni speciali, consolidamento del terreno e pali trivellati.

Condividi quest’articolo
1 commento a questo articoloInvia il tuo
  1. Good Afternoon,

    My name is Diego and I work alongside the marketing team for ‘Four Seasons Private Residences One Dalton Street, Boston’ and I saw a piece on your website: http://www.ilnuovocantiere.it/50-milioni-aggiudicati-da-trevi-per-realizzare-una-torre-di-65-piani-ed-infrastutture-urbane-in-usa-e-kuwait/ and appreciate you taking the time to write about the project.

    I saw that you’re using images from the Four Seasons Private Residences One Dalton Street, Boston website, and we simply ask that you properly source the http://www.onedalton.com/ website as the source of the imagery. It doesn’t need to be anything fancy or obtrusive, something as simple as:

    “Image courtesy of http://www.onedalton.com/ with a hyperlink to the project.

    We appreciate you including this copyright attribution.

    Thank you,
    Diego Faraldo

Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151