«Amorphous» | Milano Design Week

5mila frammenti di vetro sottile temprato chimicamente per l’installazione molecolare sospesa

Giochi di luce e, insieme, di riflessi stuzzicheranno la vista per far immergere lo spettatore all’interno del microcosmo complesso che è proprio del materiale vetro, ma che non è naturalmente percepibile.

Agc Asahi Glass (Agc), azienda giapponese con sede a Tokyo, presieduta da Takuya Shimamura e attiva a livello mondiale nella produzione del vetro, prodotti chimici e materiali high-tech, partecipa per il secondo anno consecutivo alla Milano Design Week (Superstudio Più, 12-17 aprile 2016) con una suggestiva installazione artistica che rappresenterà la vetrina della tecnologia del vetro del futuro.
AGC Milano Design Week visual AmorphousIl progetto 2016, dal titolo «Amorphous», intende ridefinire l’immagine tradizionale del vetro, ispirandosi al concetto di «amorfo», una struttura molecolare priva di una forma definita.
Circa 5mila frammenti di vetro sottile temprato chimicamente di Agc comporranno uno spazio arioso in cui sperimentare la natura «amorfa» del vetro accogliendo lo spettatore in una struttura molecolare ingrandita un miliardo di volte.

Giochi di luce e, insieme, di riflessi stuzzicheranno la vista per far immergere lo spettatore all’interno del microcosmo complesso che è proprio del materiale vetro, ma che non è naturalmente percepibile
«ad occhio nudo». In questo «gioco» il vetro si colorerà, attraverso il movimento, via via di tonalità diverse, mentre lo spettatore si specchierà nello spazio vitreo ammirando gli speciali effetti che si creeranno sullo sfondo.

Grazie alla tecnologia, di assoluta avanguardia, utilizzata nella lavorazione e nelle finiture del vetro sarà inoltre possibile percepire ogni dettaglio del materiale e vivere l’esperienza unica di un ambiente vitreo leggero, libero e ricco di espressività.
AGC Amorphous image

Uno dei protagonisti dell’installazione è Dragontrail, l’ultima rivoluzionaria tecnologia: una lastra sottile temprata chimicamente che vede la sua naturale applicazione nella copertura di smartphone e tablet. L’elevata resistenza della superficie (6 volte superiore alla resistenza di un normale vetro sodico-calcico di uguale spessore), la leggerezza, la flessibilità, nonché i suoi elevatissimi standard antigraffio e antiurto che lo differenziano dai vetri più comuni, grazie a uno speciale trattamento di rinforzo nell’ambito del processo produttivo del vetro sottile, gli consentono di essere impiegato per la prima volta in una più ampia varietà di settori.

Accanto all’installazione sarà presente una speciale area presentazione che, con approccio divulgativo, darà l’opportunità di scoprire storia e curiosità del vetro: un materiale affascinante e altamente performante.
Partner creativo dell’installazione, Nosigner (amministratore delegato: Eisuke Tachikawa), azienda di design che cura la strategia e l’esecuzione del progetto: dalla grafica al prodotto fino allo space design.
Con questa installazione, Agc, specializzata in soluzioni in vetro per edilizia, autoveicoli e vetri di copertura di apparecchi elettronici, apre nuove prospettive alla creatività di architetti, progettisti e designer per la realizzazione di inedite costruzioni, di interni e di installazioni.

Osservando uno a uno i sottili frammenti di questo vetro innovativo che oscillano nello spazio, lo spettatore rimarrà colpito dall’espressività del loro aspetto e grazie alla tecnologia utilizzata nella lavorazione del vetro è possibile percepire ogni tassello del materiale. Il vetro si colora di tonalità diverse a ogni suo movimento e la sua superficie è l’espressione della luce che vi si riflette. Lo spettatore può vedere la sua immagine riflessa come fosse di fronte a uno specchio e ammirare i giochi che si creano sullo sfondo. Questa enorme struttura molecolare è anche una vetrina che raccoglie tutta la tecnologia futurista del vetro.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151