Etiopia | Siderurgia

A Danieli l’impianto più grande

Il gruppo dell’acciaio guidato da Gianpietro Benedetti si è aggiudicato una commessa da 400 milioni di euro per la costruzione di quello che si candida a diventare il più importante impianto siderurgico di tutta l’etiopia.

In attesa di sapere se si concretizzerà l’investimento da 350 milioni per il potenziamento dello stabilimento Abs di Cargnacco, il gruppo friulano Danieli muove un nuovo importante passo all’estero. Il gruppo dell’acciaio guidato da Gianpietro Benedetti si è, infatti, aggiudicato una commessa da 400 milioni di euro per la costruzione di quello che si candida a diventare il più importante impianto siderurgico di tutta l’Etiopia. Vinta la concorrenza di ben due gruppi cinese, Danieli sarà ora impegnata nel perfezionamento delle ultime pratiche prima d’avviare il complesso cantiere in un’Africa che sta crescendo molto in alcuni mercati tra i quali si conta proprio quello dell’acciaio. Nei mesi scorsi Danieli aveva acquisito lo stabilimento siderurgico di Sisak in Croazia, di proprietà del gruppo americano Commercial Metals Company.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151