Francia | Edilizia residenziale

A Parigi 50 metri l’altezza raggiungibile da un edificio residenziale

La possibilità di raggiungere un simile risultato in questa parte della città, dove si trova anche la Bibliotheque national de France e sono in corso opere di profondo rinnovamento, è stata offerta solo di recente, poiché il consiglio locale ha innalzato nel 2011 a 50 metri il limite di altezza raggiungibile da un edificio residenziale di nuova costruzione.

A Parigi, nel settore Masséna-Bruneseau del 13° arrondissement, è stato realizzato dagli studi di architettura francesi Hamonic+Masson & Associés e Comte Vollenweider il complesso residenziale Home, il primo nella capitale a raggiungere 50 metri di altezza a partire dagli anni Settanta.

(foto Takuji Shimmura)

(foto Takuji Shimmura)

La possibilità di raggiungere un simile risultato in questa parte della città, dove si trova anche la Bibliotheque national de France e sono in corso opere di profondo rinnovamento, è stata offerta solo di recente, poiché il consiglio locale ha innalzato nel 2011 a 50 metri il limite massimo di altezza raggiungibile da un edificio residenziale di nuova costruzione, portando al contempo a 180 quello per le torri destinate a uffici.

(foto Takuji Shimmura)

(foto Takuji Shimmura)

Rispetto a quanto avviene nei grattacieli tradizionali, la concezione del nuovo complesso prevede una maggiore gradualità nello sviluppo in verticale. Un ruolo centrale viene svolto dagli spazi situati all’esterno, che costituiscono una naturale estensione dei 200 alloggi di diversi tagli (si va dai monolocali a unità da cinque locali), in parte destinati al mercato immobiliare e in parte rivolti alle fasce protette, trattandosi di un intervento di social housing.

(foto Takuji Shimmura)

(foto Takuji Shimmura)

Lo scopo era quello di soddisfare la crescente domanda di abitazioni in città, offrendo tuttavia una serie di comfort e libertà solitamente accessibili solo nelle case unifamiliari in contesti più periferici o di campagna, come verande e terrazze. La scelta dell’innovativa tipologia, con due grandi volumi e il giardino centrale, corrisponde al tentativo di minimizzare l’impatto sullo skyline del quartiere e ridurre per quanto possibile il consumo di suolo.

(Hamonic+Masson & Associes Comte Vollenweider)

(Hamonic+Masson & Associes Comte Vollenweider)

Nel complesso Home, che svolge anche la funzione di collegamento fra Avenue de France, Gare d’Austerlitz e il sobborgo di Irvy, è stata prevista anche la presenza di negozi e un garage per le automobili.
L’effetto di ripetitività e spersonalizzazione solitamente tipico di strutture di queste dimensioni è stato evitato grazie al movimento e agli affacci differenziati delle terrazze, che conferiscono a ciascuna unità abitativa la propria identità distinta dalle altre.

Il cantiere 
Programma Home
Collocazione geografica: Parigi, Zac Masséna, lotti M6A2 et M6A3
Committente: Bouygues Immobilier
Progettazione architettonica: Hamonic + Masson & Associés, architects – Comte Vollenweider, associated architects
Project management: Sibat
Progettazione urbanistica: Ateliers Yves Lion
Sviluppatore piano urbanistico: Sémapa
General Contractor: Bouygues Bâtiment Habitat résidentiel
Importo dei lavori: 24,5 milioni di euro

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151