Forum | Bologna

A Saie costruiamo le città del futuro

Dal 22 al 25 ottobre a BolognaFiere, Saie e Smart City Exhibition, propongono un forum per rilanciare lo sviluppo urbano sostenibile alla presenza del governo e degli organi direttivi delle associazioni di categoria e degli ordini professionali.

Si rinnova dal 22 al 25 ottobre, a Bologna, l’appuntamento con Saie il salone dell’edilizia, che quest’anno celebra la sua 50ma edizione e si svolgerà in contemporanea con Smart City Exhibition, la manifestazione italiana dedicata al tema delle città intelligenti, giunta alla terza edizione.

Smart-City-Exhibition

La sinergia tra i due saloni, che ha esordito nell’edizione 2013, si conferma con un obiettivo strategico: rilanciare la collaborazione e la riflessione sui temi del rilancio dell’industria edilizia e l’innovazione tecnologica del costruire sostenibile, attraverso il ripensamento delle città e della governance. Se Saie è da 50 anni il punto di riferimento per la migliore industria edilizia italiana Smart City Exhibition, organizzata in collaborazione da Bolognafiere e Forum Pa, si presenta come la manifestazione di riferimento in cui i protagonisti del mondo della politica, della pubblica amministrazione, dell’economia, della finanza, della ricerca e della cittadinanza attiva si incontrano per lavorare assieme sui driver di sviluppo dei prossimi cinquant’anni.

duccio-campagnoli-saie

Duccio Campagnoli | presidente di Bologna Fiere
«Cinquant’anni fa Saie nasceva in un contesto in cui l’edilizia diventava industria Negli anni ha saputo accompagnare il mercato e raccontarne la trasformazione, restando il principale luogo di confronto e approfondimento, sia per gli aspetti scientifici e tecnologici che per la dimensione economica. Oggi il Salone si pone anche come luogo di networking per tutti coloro che hanno un ruolo attivo nella progettazione tecnica, nella politica sociale e nella cultura dell’innovazione per il territorio e le nuove città».

Al centro della collaborazione tra le due manifestazioni si rinnova per l’edizione 2014 l’appuntamento con il forum comune «Costruiamo le città del futuro!» una tessitura tematica, metodologica e politica per integrare lo sviluppo delle infrastrutture tecnologiche e digitali con il mondo delle costruzioni. Sei eventi durante i quali politici, amministratori, imprenditori e ricercatori saranno coinvolti in una riflessione comune e chiamati a proporre soluzioni e idee innovative capaci d’ incrementare la qualità della vita dei cittadini, coinvolgendo l’intera filiera del mondo delle costruzioni nel segno della ripartenza.

I 5 miliardi di euro previsti come investimento per le città italiane dalla programmazione europea 2014-2020 e dal cofinanziamento nazionale, rappresentano un’opportunità concreta per il Paese per rilanciare il settore edilizio e far evolvere in politiche organiche di gestione del territorio le tante idee, progetti e singole iniziative nate in questi anni.

Carlo-Mochi-Sismondi-300x300

Carlo Mochi Sismondi | presidente di Forum Pa
«Il coinvolgimento in manifestazione dei massimi livelli della politica nazionale rappresenta uno snodo cruciale per implementare e consolidare il patto tra governo centrale e regioni, affinché i consistenti finanziamenti previsti mettano i Comuni nelle condizioni di beneficiare realmente della capacità finanziaria necessaria ad applicare strategie e strumenti. Ripartire dalle città significa innescare un circolo virtuoso, sia dal punto di vista sociale che economico».

Programma del forum del 50° di Saie e di Smart City Exhibition Costruiamo le città del futuro, l’Italia che vuole ripartire, l’Italia che sa ripartire 22 – 25 ottobre 2014

Mercoledì 22 ottobre
Ore 11 – 13,30. Sessione inaugurale «Costruiamo il futuro, rammendiamo l’Italia!».
«Siamo in un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile. E’ fragile il paesaggio e sono fragili le città»: sono queste le parole di Renzo Piano che fanno da sfondo alla sessione inaugurale del forum. Dalla grande storia dell’industria delle costruzioni (rappresentata dai 50 anni di Saie) viene lo slancio per proiettare l’Italia nel futuro e nell’innovazione, mettendo al centro le grandi infrastrutture e le nostre città. Una ripartenza che sappia coniugare evoluzione sociale ed economica, sostenibilità e sicurezza, innovazione e tradizione.
Sarà questo il momento inaugurale dell’edizione dei 50 anni di Saie con la presenza del Governo e la partecipazione dei principali imprenditori e professionisti dell’industria delle costruzioni riuniti nelle associazioni di riferimento. Ance (Associazione Nazionale dei Costruttori Edili) e gli ordini professionali degli architetti, ingegneri, geologi e geometri riuniranno in occasione dell’inaugurazione di Saie i loro consigli direttivi nazionali insieme all’Osservatorio Anci per le Smart City.

Ore 14,30 – 18,00. Sessione «L’innovazione urbana come motore di sviluppo».
Questa seconda sessione punta ad affrontare i temi dell’innovazione urbana come motore per uscire dalla crisi, per una nuova economia e un nuovo costruire, di cui l’industria delle costruzioni sarà il vero protagonista. L’innovazione tecnologica italiana sarà qui testimoniata dalla presentazione del Padiglione Italia all’Expo 2015 di Milano. I pannelli di cemento biologico utilizzati per costruire il Palazzo Italia di Expo, simbolo del rilancio del Paese, saranno in mostra presso l’area della Ricerca, con loro le dimostrazioni video e fotografiche che racconteranno il progredire a «impatto» dei lavori di messa in opera e allestimento del Padiglione Italia, che saranno in pieno fermento durante la manifestazione.
Sono stati invitati a tenere i keynote speech il direttore esecutivo di Un-Habitat Juan Clos e il sindaco di Seoul Park Won-soon, a concludere il Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi. Interverranno rappresentanti del Cnr e dell’Enea, degli ordini professionali, delle città, delle regioni, della Commissione Europea ed esperti nazionali ed internazionali.

Giovedì 23 ottobre
Ore 09,30. Taglio del nastro di Expo Tunnel.
Ore 10,00 – 13,30. Sessione «Infrastrutture e reti metropolitane per il rilancio del Paese».
Per lo sviluppo dell’economia e della società vi è l’esigenza di un adeguato sistema di infrastrutture che vanno rese sempre più sostenibili, intelligenti e sicure. In questo convegno si affronterà il tema delle infrastrutture, del loro valore nell’economia del Paese, della necessità di renderle sempre più sostenibili, intelligenti, sicure.
Sono stati invitati a tenere il keynote speech il sindaco di Stoccolma Sten Nordin e a concludere il Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Maurizio Lupi. Parteciperanno rappresentanti delle maggiori imprese di costruzioni italiane che hanno realizzato in Italia e all’estero le infrastrutture più importanti, delle imprese di trasporti, della Commissione Europea, progettisti e urbanisti, esperti nazionali ed internazionali.Metropolitana BresciaOre 14,30 – 18,00. Sessione. «Nuove regole per il nuovo costruire: semplificazione».
Il tema delle regole e delle procedure autorizzative che impediscono il libero dispiegarsi delle energie imprenditoriali e degli investimenti nell’edilizia trovano nella pubblica amministrazione il vero attuatore di un processo di semplificazione supportato da nuove regole che rendano più trasparenti ed immediate le opere edili e gli interventi sul patrimonio esistente. Dalla semplificazione può venire un contributo fondamentale al raggiungimento degli obiettivi per la crescita, poiché la rivoluzione digitale sarà in grado anche di impattare positivamente sullo sviluppo futuro del costruire e dell’attività edilizia.
Parteciperanno rappresentanti della pa, imprese, progettisti, ordini professionali, esperti nazionali ed internazionali sul tema della semplificazione in edilizia. Invitata a concludere la Ministro per la Semplificazione e la pubblica amministrazione Maria Anna Madia.

Venerdì 24 ottobre
Ore 9,30 – 12,30. Sessione «Riuso ed efficienza energetica per una rigenerazione urbana sostenibile».
A detta comune delle categorie imprenditoriali e professionali, la limitazione dei consumi energetici, la riqualificazione del patrimonio edilizio costruito nel dopoguerra, ormai obsoleto e in pessime condizioni, la necessità di ridurre il consumo di suolo puntando sul modello di città compatta e la rigenerazione urbana sono temi prioritari per le politiche di sviluppo dei prossimi anni. Per ottenere questi obiettivi è necessario diffondere l’impiego di materiali edili eco-compatibili, fare ricorso a fonti energetiche rinnovabili, limitare l’inquinamento acustico, intervenendo non solo sulle singole unità immobiliari, ma su interi edifici, quartieri e città. Sono questi presupposti che fanno da base al Premio Ri.u.so, organizzato da Cnappc, Ance e Legambiente e sostenuto da Saie, e dell’approfondimento del forum sulla rigenerazione urbana sostenibile.
Keynote speech del sindaco di Copenaghen Frank Jensen e a concludere il Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti. Parteciperanno gli ordini professionali, il mondo delle costruzioni e della finanza, della green economy, delle multiutility e la Commissione Europea.

Ore 14,30 – 18,00. Sessione «Smart city: agenda digitale e agenda urbana».
Le idee, i progetti e le singole iniziative che si sono sviluppate in questi anni sul tema della Smart City devono essere collocate all’interno di una strategia di sviluppo territoriale chiara. Le città possono essere gli attori del cambiamento e contribuire in modo determinante al raggiungimento degli obiettivi nazionali della strategia Europa 2020 in materia di occupazione, ricerca e sviluppo, clima ed energia, aumento del numero di laureati, riduzione degli abbandoni scolastici e della popolazione a rischio di povertà. Oltre al Pon per le città metropolitane e ai Pon regionali per le altre città nell’ambito della programmazione dei Fondi strutturali 2014-2020, e all’applicazione della nuova legge sulle province e le città metropolitane, l’Italia è chiamata dall’Ue ad elaborare un’agenda urbana nazionale intesa come «una nuova politica a carattere ordinario per le città».
Keynote speech del prof. Alessandro Balducci, prorettore del Politecnico di Milano; conclusioni del Sottosegretario alla Presidenza del consiglio dei ministri Graziano Delrio. Parteciperanno Confindustria digitale, Osservatorio Smart City dell’Anci, Agenzia per l’agenda digitale della Cassa depositi e prestiti, aziende Ict, i sindaci delle città metropolitane, rappresentanti delle regioni. Sarà invitato il nuovo commissario per la politica regionale e urbana della Ue.

Sabato 25 ottobre
Ore 10,00 – 13,00. Sessione «Bologna 21».
Bologna presenta ai cittadini i progetti della città metropolitana e le azioni strategiche che ne fanno un laboratorio di innovazione per il modello delle città medie europee del XXI secolo.

Comitato di indirizzo Saie – Smart City Exhibition – Forum «Costruiamo le città del futuro».
Membri per Saie
ing. Paolo Buzzetti – presidente Ance
dott. Armando Campagnoli – presidente Bolognafiere
dott. Sergio Crippa – presidente Federbeton
ing. Andrea Dari – direttore tecnico di Saie
prof. ing. Stefano Della Torre – presidente Bms e direttore dip Abc
arch. Leopoldo Freyrie – presidente Cnappc
ing. Rudy Girardi – presidente Federcostruzioni
dott. Gian Vito Graziano – presidente Cng
dott. Norbert Lantschner – presidente Fondazione ClimaAbita
ing. Pietro Lunardi – vice presidente Società Italiana Gallerie
prof. Massimo Majowyecki – Università di Venezia
prof. Gaetano Manfredi – presidente Reluis e prorettore Università Federico II di Napoli
prof. ing. Marco Savoia – coordinatore scientifico Saie
geom. Maurizio Savoncelli – presidente Cnggl
ing. Armando Zambrano – presidente Cni
ing. Bruno Zavaglia – dirigente piattaforma Saie.

Membri per Smart City Exhibition
ing. Mauro Annunziato – coordinatore smart city ed ecoindustria di Enea
prof. Alessandro Balducci – prorettore vicario Politecnico di Milano
dott. Roberto Bedani – direttore generale Confindustria Digitale
prof. Mario Calderini – presidente comitato tecnico smart city Agenzia per l’Italia digitale
dott. Gianni Dominici – direttore generale Forum Pa
dott. Alessandro Fusacchia – capo di gabinetto Miur
dott.ssa Antonella Galdi – direttore dipartimento innovazione Anci
dott. Domenico Laforenza – direttore Istituto di informatica e telematica del Cnr
dott. Andrea Mochi Sismondi – direttore operativo Smart City Exhibition
dott. Carlo Mochi Sismondi – presidente Forum Pa
prof. Carlo Alberto Nucci – responsabile progetti smart city Università di Bologna
prof. Francesco Profumo – presidente Osservatorio smart city dell’Anci
dott.ssa Linda Laura Sabbadini – capo dipartimento statistiche Istat
dott. Andrea Sammarco – vice segretario generale Unioncamere
dott.ssa Donatella Solda – segreteria tecnica Miur
dott. Giovanni Vetritto – dirigente responsabile Agenda urbana presso Presidenza del Consiglio dei ministri
dott. Walter Vitali – presidente comitato scientifico Smart City Exhibition.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151