Regno Unito | Riqualificazione

Basso impatto ambientale impiegando materiali innovativi d’involucro

Per ottenere la certificazione di edificio a basso impatto ambientale è stata posta grande attenzione alla stratigrafia dell’involucro a soluzioni efficaci sul piano impiantistico.

 

La Biblioteca centrale di Liverpool, edificio di interesse storico e architettonico collocato in un sito patrimonio mondiale dell’Unesco, è stata interessata da un’imponente opera di rinnovamento e riqualificazione, per un valore complessivo di 50 milioni di sterline.
Il team di lavoro di Austin Smith Lord Architects si è proposto di ripristinare gli elementi di maggiore rilevanza storica, combinandoli con materiali innovativi e un linguaggio architettonico contemporaneo.

L’operazione è stata finanziata tramite Pfi (Private finance initiative, finanziamenti privati per edifici pubblici) ed è stata sviluppata da Inspire Partnership, una joint venture tra Amber Infrastructure e Shepherd Construction. Orientata al raggiungimento di elevati livelli di efficienza energetica e sostenibilità ambientale, la riqualificazione della Liverpool Central Library ha ottenuto dall’organismo di certificazione Breeam, protocollo di valutazione ambientale, lo status «Very Good», che corrisponde a un edificio a basso impatto ambientale.
Tra gli elementi di nuova costruzione più rilevanti fra quelli che si sostituiscono alle strutture obsolete risalenti agli anni Cinquanta e Sessanta, vi è il «Repository» (deposito), costruito secondo le più recenti norme in vigore nel Regno Unito in materia di Deposito e archiviazione (Bs5454) e destinato ad accogliere collezioni di alto valore. L’intero manufatto è stato realizzato dunque in modo da garantire livelli di temperatura, ventilazione e umidità costante. Dietro l’involucro esterno della facciata rivolta verso nord del «Repository» è stata installata un’innovativa membrana a tenuta d’aria ma traspirante al vapore, allo scopo di contribuire all’isolamento termico della struttura, migliorando le condizioni climatiche interne.


Il rivestimento del fronte di nuova costruzione è costituito da pannelli in Tecu Gold, una lega di rame e alluminio la cui superficie inizialmente dorata acquisisce una tonalità cromatica sempre più morbida, diventando rapidamente opaca a seguito dell’installazione. Su un’apposita sezione rivestita in granito sono stati riportati i nomi degli autori più celebri della città di Liverpool.
Un aspetto fondamentale nel concetto energetico della Biblioteca centrale consiste nei ridotti livelli di permeabilità all’aria, che consentono di minimizzare a seconda delle stagioni le perdite e i guadagni termici indesiderati. All’attenzione con cui è stata concepita la stratigrafia dell’involucro si affiancano soluzioni altrettanto efficaci sul piano impiantistico, tra cui un impianto di ventilazione forzata con recupero di calore, caldaie ad alto rendimento, un generatore alimentato a biodiesel, corpi illuminanti ad alta efficienza e un sistema di raccolta e riuso dell’acqua piovana.

 

 

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151