Punti di Vista

Punti di Vista | Lorenzo Perino, avvocato, Lext Consulting

Ottimizzare la tutela del credito in edilizia

Il mercato dell’edilizia, complice anche il momento storico che stiamo vivendo ormai da qualche anno, è caratterizzato da alte percentuali di crediti insoluti. Questo è dovuto sicuramente a una serie di circostanze proprie del sistema, ma anche a inefficienze interne alle aziende.

L’affidabilità e la puntualità nei pagamenti da parte dei clienti ha generalmente subito un peggioramento negli ultimi anni in Italia. Questa caratteristica negativa è dovuta a una serie di motivi eterogenei, primo fra tutti…

Città e mercati | Gastone Ave, Università di Ferrara

Un piano per la rinascita delle periferie

Serve un programma nazionale di intervento per le periferie italiane, a cominciare da una fase uno che dovrebbe riguardare le città metropolitane, ma che comprenda anche una fase due mirata alle aree periferiche delle tante città medie e piccole presenti in Italia.

Gli attentati terroristici di Parigi del novembre 2015 hanno spinto il governo italiano ad annunciare, tra le altre cose, un investimento straordinario volto a migliorare le condizioni di vita nelle periferie delle città…

Punti di Vista | Lorenzo Perino, avvocato, Lext Consulting

La tutela della proprietà in cantiere

La sottrazione di beni, macchinari e attrezzature in cantiere è un problema molto serio che può causare conseguenze economiche rilevanti alle imprese che la subiscono. Esistono però alcune semplici regole organizzative e di comportamento da osservare in cantiere con cui si può cercare di prevenire tali patologie e minimizzare i danni.

Il cantiere è certamente un luogo piuttosto esposto e all’interno del quale transitano una molteplicità di persone a vario titolo. Per queste sue caratteristiche è frequente che si verifichino sottrazioni e furti di…

Normative | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Deroghe agli standard per agevolare la riqualificazione: dubbi sui limiti per le regioni

Il nuovo testo dell’art.2 bis del Testo Unico Edilizia pone un problema interpretativo, in quanto se è vero che la rubrica dell’articolo si riferisce alle deroghe in materia di distanze fra i fabbricati, è anche vero che la seconda parte dell’articolo, salvo non considerarla tutt’uno con la prima, sembra assumere carattere aggiuntivo.

In questi ultimi anni si sono succedute leggi di incentivazione per la rigenerazione urbana (Piano Casa,Piano Città, ecc.) basate sul riconoscimento di premialità urbanistiche che hanno, però, evidenziato problemi di compatibilità nella loro…

Punti di Vista | Lorenzo Perino, avvocato, Lext Consulting

Il «Jobs Act» ed il controllo a distanza dei lavoratori

In attuazione della legge delega 183/2014 il Governo ha messo mano alle regole previste in materia di controllo a distanza dei lavoratori. Queste prescrizioni risalgono allo Statuto dei Lavoratori (Legge 300/1970) e la finalità è quella di uno snellimento delle procedure e della semplificazione normativa per le aziende.

Il Decreto Legislativo 151/2015, entrato in vigore il 24 settembre ed emanato in attuazione del cd «jobs act», ha introdotto alcune modifiche alla disciplina del controllo a distanza dei lavoratori, fissata all’inizio degli…

Punti di vista | Filippo Delle Piane, vicepresidente Ance edilizia e territorio  

Valorizzare le eccellenze: le città, grande sfida del cambiamento

L’arma più efficace con cui affrontare la grande sfida del cambiamento, oggi che la crisi sembra aver esaurito la sua fase peggiore, è quella di valorizzare, trasformandole, le eccellenze che hanno reso l’Italia una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo: le città.

Il Paese ha di fronte, oggi che la crisi sembra aver esaurito la sua fase peggiore, la grande sfida del cambiamento. L’arma più efficace con cui affrontarla è quella di valorizzare, trasformandole, le…

Normative | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Piano periferie: obiettivi ambiziosi finanziamenti ridotti

Le finalità del nuovo strumento hanno carattere socio-economico in quanto gli interventi sono diretti alla riduzione dei fenomeni di marginalizzazione e di degrado sociale nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto ambientale, anche mediante interventi di ristrutturazione edilizia.

Il Governo prova a rilanciare la riqualificazione urbana mettendo in campo il Piano per le periferie, nato come idea nella legge di stabilità 2015 e che trova ora la sua concreta operatività con…

Livia Randaccio | Direttore editoriale de Il Nuovo Cantiere

Editoriale | Livia Randaccio, direttore editoriale de Il Nuovo Cantiere

Piano nazionale per la riqualificazione delle aree urbane. Periferie e aree degradate tra luci e ombre

Dall’Inu è stata ideata una proposta operativa per mettere a punto strumenti tecnici, normativi, fiscali e farne base d’azione per rigenerare parti delle città, per far si che «l’industria della rigenerazione urbana» passi dalla dimensione micro (sostenuta dall’efficacia degli ecobonus per le ristrutturazioni edilizie) a una scala maggiore rivolta a interi quartieri.

Entro il 30 novembre i Comuni potevano presentare la domanda d’inserimento nel Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate del proprio territorio. Ricordiamo che con la pubblicazione del…

L'intervista | di Elisa Di Giuseppe

L’architettura sensibile di Proctor and Matthews Architects e l’uso del laterizio nei loro progetti

Proctor and Matthews Architects è uno studio di architettura e urbanistica con sede a Londra. Fondato nel 1988 da Stephen Proctor e Andrew Matthews, vanta a oggi un ampio portfolio di interventi realizzati, sia in ambito pubblico che privato, in Inghilterra e all’estero, nonché numerosi premi e riconoscimenti a livello internazionale.

Stephen Proctor e Andrew Matthews, siete stati nominati Visiting Professors alla Sheffield School of Architecture, dove siete stati entrambi studenti. Qual è stato l’iter formativo che vi ha portato a diventare gli architetti…

Città e mercati | Gastone Ave, Università di Ferrara

Un piano triennale per l’edilizia. Si esca dalla logica delle proroghe annuali

Occorre che il governo si spinga a fare un piano di incentivi per l’edilizia che sia lungo almeno quanto la durata prevista del governo stesso. Se il traguardo del governo attuale è di arrivare al 2018, allora il piano per l’edilizia dovrebbe comprendere misure con scadenza nel 2018, non prima.

Il 2015 va verso la conclusione ma ancora di ripresa vera non si ha traccia nel settore edilizio. Un’azione per un piano per l’edilizia appare sempre più necessaria se il governo intende sostenere…

Il Nuovo Cantiere © 2020 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151