EuroMilano | Villaggio Expo 2015

Consegnato il Villaggio Expo a Cascina Merlata

Sette torri con 397 alloggi per le delegazioni del Villaggio Expo a Milano. Con il made in Italy di Artemide ed Euromobil negli arredi e negli interni. Al termine dell’esposizione saranno convertite in residenze di edilizia sociale.

A Cascina Merlata è in fase di realizzazione il Villaggio Expo, che dal prossimo mese di maggio ospiterà più di 1.334 delegati dei Paesi che parteciperanno a Expo 2015.
Cascina Merlata, situata in prossimità del polo fieristico di Rho-Pero, dell’area Expo 2015 e della direttrice nord-ovest, è l’area su cui la società EuroMilano >> sta promuovendo la realizzazione di un innovativo habitat metropolitano progettato secondo avanzati principi di sostenibilità ambientale. Nel nuovo quartiere, che si estende su una superficie di oltre 540mila mq, saranno realizzate residenze (52.500 mq di edilizia sociale, 127.000 mq di edilizia convenzionata e 143.500 mq di libera) e servizi, tra cui una scuola dell’infanzia, una elementare e una media inferiore, due asili nido, spazi pubblici attrezzati, cinque parchi giochi, il recupero della cascina per funzioni di interesse pubblico e il Villaggio Expo 2015 (sette torri), che sarà riconvertito in residenze e servizi, un centro commerciale, commercio di vicinato.

EUROMILANO_VILLAGGIO-EXPO_2

L’intero quartiere è immerso in un parco pubblico attrezzato di oltre 200mila mq. con oltre 10 km di piste ciclabili che collegheranno Expo alla città di Milano attraverso il Raggio verde n. 7.
Entro il 2015 sarà realizzato l’80% delle opere pubbliche, che hanno un valore complessivo di 150 milioni di euro, con infrastrutture, servizi e la maggior parte del parco pubblico. L’investimento complessivo dell’intervento è di 1,2 miliardi.

Al termine dell’Esposizione universale, da luglio 2016, accanto alle prime sette torri, destinate al Villaggio Expo, saranno realizzati altri quattro edifici con 293 alloggi. Nascerà così a Cascina Merlata il più grande insediamento di social housing in Italia, sviluppato per conto del Fondo «Housing sociale Cascina Merlata» in accordo con il comune di Milano: 11 edifici per un totale di 690 alloggi e relative pertinenze (cantine, 608 posti auto e 104 box) per 52.500 mq complessivi.
Oltre al Villaggio Expo, nell’area di Cascina Merlata si stanno pianificando le procedure per permettere di ospitare i parcheggi temporanei al servizio dell’esposizione per mezzi pubblici e autobus, in uno spazio limitrofo al sito espositivo. Al termine di Expo Milano 2015 su quest’area è in programma l’edificazione di edilizia libera, come previsto dal progetto di riqualificazione dell’area promosso da EuroMilano.

EUROMILANO_VILLAGGIO-EXPO_PART

Progetto di Mca di Cucinella, Teknoarch, B22 e Pura. Come detto, il Villaggio Expo, progettato da EuroMilano nell’ambito del piano di riqualificazione dell’area di Cascina Merlata, è composto da sette torri residenziali progettate dagli architetti di Mca (Mario Cucinella Architects), Teknoarch, B22 e Pura. Gli edifici, progettati secondo i più avanzati principi di sostenibilità ambientale (con architettura di qualità a costi contenuti), sono già completati al 90% e saranno pronti per fine febbraio: 397 alloggi, arredati e completi di tutti gli accessori per la casa, ospiteranno le delegazioni e gli staff internazionali, mentre al termine dell’esposizione saranno convertiti in residenze di social housing.

Appartamenti e spazi multifunzionali. Gli appartamenti del Villaggio Expo, con tagli da due a cinque posti letto, sono suddivisi in tre categorie (top, standard e base), in funzione del livello di servizi di hotellerie offerti. Tutti gli alloggi sono cablati in fibra 100, dotati di Tv o Smart Tv e wi-fi gratuito in tutti gli appartamenti, connessione disponibile anche negli spazi comuni e all’aperto.
Al piano terra degli edifici sono stati progettati spazi multifunzionali dedicati agli ospiti del villaggio, come portineria, assistenza medica, locali lavanderia, palestra, spazio interreligioso, sala riunioni attrezzata, sala living ed emeroteca.

Partner: Euromobil e Artemide. Realizzare il Villaggio Expo, per EuroMilano, significa rispondere a due sfide: da una parte progettare uno spazio capace di accogliere culture diverse, interpretando le esigenze dell’abitare temporaneo, dall’altra lasciare alla città di Milano, dopo Expo 2015, un’eredità di valore, un progetto immobiliare contemporaneo adatto alle attuali esigenze abitative.
EuroMilano ha scelto di affidare al Politecnico di Milano uno studio a livello internazionale per la progettazione degli interni, la definizione degli spazi abitativi e la scelta degli arredi. La progettazione è stata sviluppata tenendo conto dei due tipi di utilizzo e destinazione degli appartamenti del complesso Cascina Merlata: una fase temporanea durante i mesi dell’Expo 2015 e un uso permanente negli anni successivi. Il progetto degli interni degli spazi domestici del villaggio prevede, infatti, la possibilità di disinstallare e riutilizzare finiture e arredi.
Al fianco di EuroMilano alcuni partner di livello internazionale, come Euromobil, che allestirà l’arredo completo degli appartamenti, e Artemide, che fornirà le illuminazioni per tutte le abitazioni.

EXPO VILLAGE 05/08/14

Identikit del residente. Le soluzioni innovative e funzionali adottate nel Villaggio Expo di Cascina Merlata rispondono quindi alle esigenze abitative dell’identikit degli abitanti del villaggio: giovane tra i 25 e i 35 anni, di solito in viaggio da solo e raramente con famiglia al seguito, di diverse culture, religioni e lingue, con stile di vita informale e facilità alla condivisione e al vivere insieme agli altri.
Quindi temporaneità, informalità, sostenibilità, made in Italy, qualità estetica, scelta dei materiali, trasformabilità, flessibilità, uso di elementi di recupero, arredi riutilizzabili e materiali riciclabili, disassemblabili, low cost sono le parole chiave alla base del progetto «multilayer» scelto per gli arredi del villaggio. Alla base, finiture e arredi neutri e riutilizzabili e a seguire una serie di arredi e complementi d’arredo che diano colore e identità agli appartamenti: stender al posto di armadi tradizionali incontrano le esigenze degli abitanti del villaggio e allo stesso tempo potranno essere riutilizzati in seguito; una cucina essenziale con una struttura a telaio, senza pannelli di tamponamento, incarna il principio della temporaneità e permetterà di aggiungere i pannelli e le finiture in un momento successivo, secondo il gusto dei futuri proprietari degli appartamenti.

Lampade led a basso consumo. Arredi studiati ad hoc insieme a Euromobil per allestire tutti gli appartamenti con 397 cucine, 1.334 letti, 249 divani, più di 2.600 sedie e 900 scrittoi.
Per le illuminazioni una grande firma del design italiano: Artemide fornirà al Villaggio Expo 6mila pezzi tra i suoi modelli più noti, come, tra gli altri, Dioscuri, Cuma, Melampo, Telefo, tutte lampade led a basso consumo, in linea con i principi di sostenibilità di Cascina Merlata, il primo quartiere interamente a zero emissioni.
Anche la comunità dei designer è stata invitata a confrontarsi con le sfide dell’abitare temporaneo che caratterizzano il Villaggio Expo con il contest internazionale AAAdesignercercasi, promosso da EuroMilano e Politecnico di Milano. Tra i 107 prototipi autoprodotti dai 500 makers che hanno partecipato al concorso, sono stati scelti dieci designer che stanno realizzando i complementi d’arredo che andranno ad arricchire gli alloggi destinati alle delegazioni.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151