FRANCIA | EDILIZIA SCOLASTICA

Contro il caldo schermature solari in acciaio e tetti verdi

Il sistema di facciata ha pannelli metallici traforati, alcuni fissi e altri scorrevoli, che fungono da filtro protettivo verso la strada e schermano i raggi solari da est e ovest.

Un nuovo complesso scolastico è stato realizzato in un’area di sviluppo urbano a Ivry, il Confluences Zac, che confina con Parigi e vi si collega tramite un ambizioso programma comprendente anche un’espansione della rete viabilistica e dei trasporti.

© Takuji Shimmura

© Takuji Shimmura

La scuola Rosalind Franklin, il cui iter ha visto coinvolti Chartier Dalix Architectes, il general contractor Sadev 94 e l’impresa di costruzioni Hervé, è uno dei primi edifici d’interesse pubblico costruiti per lo Zac. Il sito, che sta vivendo profonde trasformazioni, si trova in una fascia di transizione fra due scale urbane differenti: una più grande e aperta al paesaggio naturale e direttamente affacciata su un impianto di trattamento delle acque realizzato da Dominique Perrault, e un’altra più locale, quella del quartiere ancora in costruzione, per cui il complesso scolastico e il dormitorio che compongono il programma della scuola Rosalind Franklin sono chiamati a rappresentare un primo fulcro.

Il complesso è organizzato in tre «penisole», formanti due campi di gioco affacciati verso sud, che assicurano il massimo apporto solare alle aree più utilizzate, come le aule e i corridoi. La parte costruita è concepita come una serie di volumi dall’andamento terrazzato e con tetti verdi.

Un sistema di tende solari metalliche è stato realizzato come una sorta di seconda pelle, che segue l’andamento delle aule, portando unità fra spazi interni ed esterni. Questi ultimi sono collegati tramite il campo coperto, che si sviluppa in una piazza piantumata sul retro verso il centro commerciale, garantendo un minimo di separazione tra le aree comuni della scuola e i vicini complessi residenziali, che in alcuni casi raggiungono un’altezza di sette piani e al contempo un’azione ombreggiante nei mesi estivi.

© Takuji Shimmura

© Takuji Shimmura

Due aree sono state allestite per l’insegnamento della biodiversità: un giardino didattico, concepito come una terrazza accessibile dalle aree comuni al primo piano, e dotato di grandi fioriere per la crescita di varie specie vegetali; una sala lettura in corrispondenza del mezzanino della biblioteca, con una visuale aperta su tutte le terrazze.

Il secondo elemento che compone il complesso, ovvero il dormitorio, è stato realizzato con la stessa attenzione all’esposizione solare della parte destinata alle classi e alle attività diurne, organizzato secondo un criterio di compattezza e tramite alcune scelte volte a un funzionamento il più possibile razionale, come quella di sovrapporre la struttura e le colonne degli impianti. Per le stesse ragioni il corpo del dormitorio è collocato a distanza dal resto del complesso, il più possibile proteso verso nord ed evitando parti a sbalzo sopra l’edificio scolastico o la palestra, con una minima parte delle facciate rivolta verso avenue Jean-Jaurès, in modo da non frapporsi come ostacolo tra i due campi da gioco e la luce solare.

© Takuji Shimmura

© Takuji Shimmura

Il sistema di facciata, particolarmente leggero, è composto da pannelli metallici traforati, con alcuni elementi fissi e altri scorrevoli, la cui funzione è sia di filtro protettivo verso la strada che di schermatura solare dei raggi provenienti da est e ovest.

In generale, per la scelta dei materiali è stato privilegiato un effetto neutro e con una gamma cromatica non troppo ampia, per lasciare la possibilità ai futuri occupanti di personalizzare a proprio piacimento gli ambienti: le pareti sono quindi in cemento a vista, e i pavimenti in gomma grigia o legno di pino.

IL CANTIERE
Complesso Scolastico Rosalind Franklin
Collocazione geografica: Ivry-sur-Seine
Progettazione architettonica: Chartier Dalix Architectes
General contractor: Sadev 94 – Ville d’Ivry-sur-Seine
Impresa di costruzione: Société Hervé
Società di ingegneria: Epdc
Superficie netta: 8650 mq

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2019 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151