Ue | Infrastrutture

Dimezzati i tempi delle autorizzazioni

Le nuove norme permetteranno di liberare i 200 miliardi di euro di investimenti necessari per le reti energetiche comunitarie al 2020, tagliando in media i tempi autorizzativi al di sotto dei 4 anni e i costi amministrativi del 30%.

Il Parlamento europeo ha approvato il regolamento sugli «Orientamenti per le infrastrutture energetiche transeuropee», che traduce l’accordo politico raggiunto lo scorso novembre con la Commissione e il Consiglio sulle linee guida per le reti energetiche transeuropee, nell’ambito del programma Connecting Europe Facility (Cef) presentato dalla Commissione nell’ottobre 2011.

Günther Oettinger, commissario Ue all’Energia

Günther Oettinger, commissario Ue all’Energia

«Invece di attendere 12 anni per le autorizzazioni, gli sviluppatori di importanti linee transfontaliere come gasdotti o elettrodotti otterranno una decisione in 4 anni, risparmiando tempo e denaro e contribuendo alla creazione di un sistema fisico unico dell’energia europeo».

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151