Stati Uniti | Edilizia per lo sport

Elementi prefabbricati applicati sullo scheletro in acciaio

I circa 4300 mq del nuovo complesso sono concepiti per integrare quelli già esistenti, ospitando altre attività del circuito sportivo studentesco, insieme a uffici, aree studio per gli atleti universitari e sale convegni.

All’estremità settentrionale di Manhattan, dove la Broadway incrocia la 10th Avenue e le sopraelevate della metropolitana, il Campbell Sports Center di Steven Holl Architects si sviluppa come un’ideale porta di accesso al Baker Athletics Complex, la principale struttura dedicata alle attività sportive all’aperto della Columbia University.

Si tratta del primo nuovo edificio destinato agli atleti universitari che viene costruito nel campus dopo il Marcellus Hartley Dodge Physical Fitness Center, risalente alla metà degli anni Settanta.

© Iwan Baan

I circa 4300 mq del nuovo complesso sono concepiti per integrare quelli già esistenti, ospitando altre attività del circuito sportivo studentesco, insieme a uffici, aree studio per gli atleti universitari e sale convegni. L’organismo edilizio si sviluppa in una posizione d’angolo tra la Broadway e 218th street, a partire da fondazioni puntuali su un terreno dall’andamento scosceso, fino a formare una sorta di portale in connessione visiva diretta col campo da gioco e uno scorcio della strada. Le scale esterne si sviluppano al di sotto di intradossi rivestiti in pannelli di colore blu, che configurano una sorta di grande portico su scala urbana diretto al Baker Athletics Complex.

© Iwan Baan

Secondo il concetto sviluppato dal team di Steven Holl per questa realizzazione, al trattamento puntiforme delle superfici orizzontali fanno riscontro le linee tracciate nello spazio da terrazze e rampe, che offrono visuali panoramiche sopra al campo e allo skyline di Manhattan.
Le scelte costruttive, che hanno portato a una struttura in acciaio e all’uso del cemento a vista, sono legate anche alla storia del sito di Baker Field nei secoli scorsi. Il King Bridge, che si sviluppava sopra lo Spuyten Duyvil Creek, rappresentava infatti in origine la principale via di accesso a Manhattan e l’attuale infrastruttura del Broadway Bridge, concepita per portare i carichi del tratto sopraelevato della metropolitana e della Broadway, è il principale modello adottato per i dettagli e le strutture del Campbell Sports Center.

© Chris McVoy

Sullo scheletro in acciaio sono stati applicati elementi prefabbricati in cemento. Il rivestimento prevede facciate continue a giunto aperto, con pannelli in alluminio anodizzato e curtain wall vetrati. All’interno, i pannelli prefabbricati in cemento sono lasciati a vista. Sia nell’auditorium che nella suite di accoglienza sono presenti rivestimenti in pannelli traforati di bambù.

Il cantiere: Cambell Sports Center

Collocazione geografica: New York, Stati Uniti
Committente: Columbia University
Progettazione architettonica: Steven Holl Architects
Progettazione strutturale: Robert Silman Associates
Costruzione: Structuretone, Pavarini McGovern
Genio civile: Hirani Engineering
Consulente energetico e per la sostenibilità: Transsolar
Consulente curtain wall: W. J. Higgins
Illuminotecnica: Wald Studio
Consulente acustico: Cerami Associates




Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151