Riqualificazione urbana | Melbourne

Flinders Street Station: vincono Hassell e Herzog de Meuron

Il progetto vincitore del concorso per la riqualificazione dell’antica stazione ferroviaria vittoriana di Melbourne si basa sui rapporti fra città e fiume e attraverso nuovi spazzi pubblici e nuove connessioni.

Ad Hassell e Herzog & de Meuron è stato assegnato il concorso internazionale per la riqualificazione della vecchia stazione ferroviaria di Flinders Street di Melbourne. L’area è posta tra i binari ed il fiume, nel centro della città, tra il Central Business District e il fiume Yarra, schiacciata all’interno di un lotto sottile che ha dato origine alla forma dell’edificio esistente.

Melbourne | Flinders station.

Il progetto vincitore ha ripensato ai rapporti tra la città e il fiume attraverso nuove connessioni, nuove funzioni, spazi pubblici, rispettando la natura lineare del sito di progetto. Una grande copertura voltata, prevista dal progetto originale di Flinders Street Station (risalente al 1899) ma mai realizzata, dona all’intero complesso notevole fascino reinterpretando tecniche costruttive contemporanee con le tipiche coperture delle stazioni ferroviarie dell’età vittoriana.
Si tratta di una copertura reticolata a volte sui binari che permette di far trasparire la luce naturale, che si apre nel mezzo a una piazza che serve una gradinata-anfiteatro che sfocia sul fiume.

Melburne | Il progetto Hassel e Herzog.

Melburne | Il progetto Hassel e Herzog.

La copertura lambisce l’adiacente Oceanic and Contemporary Art Gallery come anche la piazza che ospita il mercato coperto, per formare davanti al fiume un anfiteatro all’aperto.

Integrazioni con anfiteatro
Zaha Hadid aveva proposto un progetto che rendeva gloria al trasporto su rotaia integrando la stazione con un anfiteatro, un nuovo spazio galleria e persino una piattaforma galleggiante sul fiume.

Melbune | Il progetto Zaha Hadid.

Piazza pubblica coperta
Il gruppo composto da Grimshaw e John Wardle Architects considerava la trasformazione del sito in una piazza pubblica coperta che combinava i manufatti storici con la realizzazione del nuovo museo del design. Altri interventi interessavano la riva del fiume. Il progetto aveva come punto massimo l’istituzione di un parco sopraelevato.

Melburne | Il progetto Grimshaw-John Wardle Architects.

Copertura di vetro
Eduardo Velasquez, insieme a Manuel Pineda e Santiago Medina hanno presentato un progetto di riqualificazione che faceva leva sulla copertura già esistente del nodo ferroviario sfruttando le potenzialità dell’elemento corte con la trasformazione delle adiacenti sala da ballo e palestra in un museo del trasporto. Una copertura di vetro sarebbe divenuta una spece di corridoio.

Melburne | Il progetto Velasquez, Pineda, Medina.

Continuità tra esterno ed interno
La proposta dello studio di Melbourne Ashton Raggatt Mcdougall prevedeva una stazine ripensata facendo riferimento alle forme irregolari e naturali definite dal fiume, con una copertura iconica che creava un elemento di continuità tra esterno ed interno.

Melburne | Il progetto Raggatt-McDougall.

Riferimento all’epopea vittoriana
Lo studio Nh Architecture ha proposto una attenzione esplicita alla storia vittoriana della città, elaborando una copertura di vetro sospesa in modo dinamico sulla stazione, progetto che evidenziava alcuni squarci della città rendendo più naturale e omogeneo nel paesaggio il passaggio sui ponti pedonali.

Melburne | Il progetto Nh Architetture.

 

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151