Expo Milano 2015 | Cluster Riso e Cacao

Giochi di rivestimento in legno lamellare e acciaio per il Cluster riso e cacao di Expo 2015

Per il Cluster del Riso è stata realizzata una pelle esterna in pannelli in alluminio con finitura a specchio che riflette il riso coltivato nelle vasche antistanti i padiglioni. Per il Cluster del Cacao rivestimento in legno e teli.

Sono rappresentati nel Cluster del Riso il Bangladesh, la Cambogia, la Sierra Leone, il Myanmar e la Repubblica Democratica Popolare Laos. L’impianto del Cluster Riso è realizzato con quattro padiglioni con modulo base singolo e due padiglioni con modulo doppio, per una superficie totale di circa 1.000 mq, disposti a formare delle piazze, due edifici tecnici per gli impianti e, sul fronte del decumano, sono posizionate le vasche che riproducono le risaie nelle quali viene realmente coltivato il riso e il cui livello viene regolato da piccole chiuse in legno con un funzionamento a cascata.

CusterRiso_04

Camerun, Costa D’Avorio, Cuba, Gabon, Ghana e Sao Tomé Principe sono ospitati nel Cluster del Cacao. L’idea alla base del progetto del Cluster richiama la vegetazione degli ambienti tropicali delle piantagioni di Cacao. Lo spazio esterno ai padiglioni presenta numerosi elementi verticali che, singolarmente, a coppie o a gruppi, delimitano aree funzionali e supportano i diversi livelli di luci. L’area del Cluster comprende due lotti per una superficie complessiva di circa 3.500 mq.

L’impianto è costituito da cinque padiglioni con modulo base singolo e un padiglione con modulo doppio, per una superficie totale di circa 875 mq, sono inoltre presenti due edifici tecnici per gli impianti. Lungo l’asse del Decumano si sviluppa una fascia larga 10 m pavimentata alle estremità est e ovest e attrezzata con elementi di arredo urbano per la sosta; la parte centrale e trattata invece come un parterre verde. Oltre tale fascia verso l’interno del Cluster, i padiglioni si articolano su giaciture differenti individuando un percorso longitudinale che attraversa i due lotti, parallelo al Decumano. La finitura esterna si compone di due diversi rivestimenti: internamente in listelli di legno di colore naturale, esternamente di tessuto tecnico traslucido.

Cluster_riso_cantiere_01

Facciate. Per il Cluster del cacao le facciate sono realizzate in pannelli prefabbricati multistrato di legno di betulla dallo spessore complessivo di 6,5 cm con battentatura sul lato lungo. I pannelli sono costituiti da uno strato interno in abete a tre strati incrociati dello spessore complessivo di 13 mm, uno strato centrale in polistirene estruso dello spessore di 40 mm e lo strato esterno in osb/3 di pioppo dello spessore di 12 mm. I teli esterni sono stati realizzati in tessuto di poliestere traslucido spalmato di pvc Sattler 776 colore bianco in grado di permettere la riduzione del numero delle cuciture.

Il rivestimento delle facciate inclinate dei Cluster del Riso è in pannelli in alluminio con finitura a specchio. Le facciate posteriori e laterali, sempre nello stesso materiale, sono rivestite con pellicola adesiva bianca. Le aree delle piazze, situate sul fronte del lotto che affaccia sul canale, sono dedicate alla ristorazione e sono coperte con un sistema costituito da tendaggi mobili in tessuto pvc di colore bianco, comandati elettronicamente. La struttura di sostegno dei tendaggi mobili è in acciaio zincato, i montanti sono profilati quadrati di base 200 mm, larghezza 200 mm e spessore 5 mm, mentre la parte superiore della struttura è un tubolare rettangolare di base 400 mm, larghezza 200 mm e spessore 5 mm. La lunghezza della struttura risulta suddivisa in tre parti in cui scorrono le tre tende motorizzate dotate di leggera pendenza per permettere lo smaltimento a terra delle acque meteoriche.

DSC_0009

Vasche e risaie. All’interno dell’area del Cluster riso le vasche ospitano la coltura di varie tipologie di riso. Il sistema delle risaie è costituito da vasche d’acqua e da vasche per la coltura delle varie qualità di riso. I bordi delle vasche sono realizzati in lamiera sagomata di alluminio preverniciato posto in opera su sottostante struttura in lamiera d’acciaio, sagomata. All’interno del bordo vi è un sistema di illuminazione con strisce di Led; l’impermeabilizzazione delle vasche è realizzata mediante teli di pvc dello spessore di 1,5 mm. Sul fondo delle vasche d’acqua sono adagiati dei ciottoli bianchi. Le vasche per coltura sono predisposte con un fondo drenante in argilla espansa, uno strato di terreno vegetale e uno strato d’acqua per l’attecchimento delle essenze.

Cluster del Cacao | Modulo singolo e doppio. I Cluster del Cacao sono realizzati con strutture in legno lamellare classe GL24h o GI28c, travi, pilastri e solai, disposti secondo una maglia costruttiva di 2.7×11.20 m che consente la realizzazione di un modulo base di 11.20×11.20 m con una superficie di 125 mq a quattro campate. I principali elementi costituenti la struttura sono i telai in legno lamellare costituiti da pilastri di sezione variabile da 60 a 80 cm con spessore di 20 cm, sormontati da una trave anch’essa di sezione variabile da 80 cm, alla gronda, a 50 cm al colmo, con spessore di 20 cm.

DSC_0010

I telai sono realizzati con tre giunti, pensati per consentire un agevole trasporto dei componenti, e sono stati progettati in modo di ricostituire la continuità del sistema. I giunti sono previsti in corrispondenza dei nodi trave pilastri e in mezzeria della trave. I telai sono incernierati al piede in direzione perpendicolare al loro sviluppo e incastrati in direzione parallela, tale schema statico ha richiesto l’inserimento di un sistema di controventamento tra i telai.
Al perimetro della struttura dei Cluster, ci sono travi con sezione 16×20 cm ad andamento orizzontale, disposte su due ordini, a completamento del sistema di controventamento, e all’interno del piano individuato dai telai di testa un sistema di travi, di varia sezione, e pilastri 20×20 cm, destinate a sostenere gli impalcati previsti o semplicemente ad assorbire la spinta del vento sulle facciate.

I padiglioni si differenziano minimamente in ragione dell’area tematica di appartenenza mantenendo la medesima impostazione generale, che prevede al loro interno la realizzazione di due orizzontamenti, uno parziale destinato ad accogliere le predisposizioni impiantistiche, e uno esteso per l’intera superficie del padiglione, destinato allo svolgimento delle attività espositive.
Entrambi gli orizzontamenti sono realizzati con pannelli strutturali in legno lamellare di spessore pari a 8 cm. Gli orizzontamenti sono sostenuti da un sistema di travi 20×80 cm direttamente collegato ai telai principali, o da travi di dimensione 20×24 cm, quando sono presenti pilastri intermedi all’interno del telaio.

Cluster_cacao_cantiere_00

I solai di copertura sono realizzatati con pannelli prefabbricati strutturali a più strati dello spessore complessivo di 163 mm costituiti da uno strato interno con pannello in legno lamellare a 3 strati incrociati dello spessore complessivo di 16 mm, una barriera al vapore in alluminio impermeabile e non corrodibile posizionato tra foglio di poliestere trasparente e un foglio di polietilene con armatura a cui segue un pannello in lamellare di abete spessore 80 mm x 100 mm con interposto isolamento in lana di roccia densità 40 kg/mc dello spessore di 100 mm. Chiude il pacchetto un pannello in Osb spessore di 15 mm, guaina bituminosa autoadesiva avente spessore 4 mm.

Il padiglione espositivo doppio è ottenuto raddoppiando il modulo base di 11.20×11.20 m per una superficie di 250 mq. La tipologia strutturale di questo padiglione è uguale a quella del modulo base con l’unica differenza sostanziale costituita dalla presenza di ampie aree a doppia altezza destinate all’attività espositiva vera e propria. In queste zone, quando è stato necessario realizzare la chiusura verticale del padiglione, si sono impiegate travi ad L, sempre in legno lamellare alte 80 cm e con larghezza variabile di 20 cm e 50 cm, atte ad assorbire le azioni orizzontali prodotte dal vento. I principali elementi costituenti la struttura sono i telai in legno lamellare costituiti da pilastri di sezione variabile da 60 a 80 cm con spessore di 20 cm, sormontati da una trave anch’essa di sezione variabile da 80 cm, alla gronda, a 50 cm al colmo, con spessore di 20 cm. I telai sono realizzati con tre giunti, al fine di consentire un agevole trasporto dei componenti, e sono stati progettati in modo di ricostituire la continuità del sistema.

IL CANTIERE
Paese: Italia
Tema: Cluster Riso e Cacao
Progettazione definitiva: Fiera Milano Spa – Arch. Francesco Marzullo
Progettazione esecutiva: Ets Spa – Ing. Giambattista Parietti
General contractor: Ati – Moretti Interholz – Premetal Spa – Costruzioni Perregrini Srl – Milani Giovanni & C., Panzeri Spa

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151