Messico | Residenze sostenibili

Grande attenzione all’isolamento termico e all’orientamento solare

Il concetto energetico dell’edificio prevede l’isolamento termico dell’involucro in tutte le aree, ottenuto tramite l’impiego di doppie pareti con strato intermedio di polistirene, coperture isolate con lo stesso materiale e la presenza di un’intercapedine all’altezza dell’intradosso.

A Mérida, nello stato messicano dello Yucatán, Grupo Arquidecture ha realizzato in un’area di forte crescita urbana una residenza privata, improntata a criteri di sostenibilità ambientale. La committenza era rappresentata da una famiglia le cui esigenze abitative erano mutate di pari passo con la crescita dei figli, diventati adolescenti, e per questo motivo coinvolti direttamente nel processo che ha portato al layout del nuovo edificio.

Casa Altabrisa 24

Orientamento, considerazioni legate agli aspetti climatici e zone differenziate a seconda delle funzioni svolte sono le premesse da cui è partito il team di architetti messicani per la realizzazione della Casa Altabrisa 24. Da area di semplice coesistenza, la zona giorno è stata trasformata in un luogo multifunzionale, configurabile come terrazza oppure come atrio, in modo tale che ogni membro della famiglia con i rispettivi amici potesse utilizzarla a seconda delle occasioni per feste e ritrovi con presenza di ospiti anche numerosi, in una situazione di totale indipendenza dal resto della casa. Un’attenzione particolare è stata riservata nella conformazione degli spazi dedicati alle attività quotidiane, con riferimento costante ai modelli culturali e ambientali locali, soprattutto nel caso delle aree esterne e delle terrazze, che sono elementi ricorrenti nell’edilizia storica dello Yucatan, contraddistinta da corti e giardini integrati a spazi chiusi.

Le differenti condizioni richieste dalle attività di adulti e ragazzi hanno portato a una netta divisione in due zone, di cui una più sociale e aperta verso l’esterno, e una più intima e protetta. La zona sociale si sviluppa a partire dall’accesso principale, con un percorso che conduce a un giardino aperto verso la terrazza, la piscina e il lounge bar. Un muro in pietra che si estende verso la terrazza definisce invece l’accesso all’area familiare, che si articola su due livelli con cinque stanze, di cui tre al piano superiore e due al piano inferiore. Entrambe le zone della Casa Altabrisa 24 sono articolate verso l’interno per mezzo dell’area occupata dalla cucina, concepita come un vero e proprio punto di snodo per la distribuzione degli spazi che compongono la residenza, dotata anche di un accesso diretto dal garage. Quest’ultimo è raggiungibile dalla zona familiare, senza necessità di passare da quella sociale.

Il concetto energetico dell’edificio prevede l’isolamento termico dell’involucro in tutte le aree, ottenuto tramite l’impiego di doppie pareti con strato intermedio di polistirene, coperture isolate con lo stesso materiale e la presenza di un’intercapedine all’altezza dell’intradosso, che consente di ottenere una considerevole riduzione dei consumi. Un impianto di climatizzazione ad alta efficienza permette di avere una temperatura controllata in modo permanente nei due livelli della zona riservata alla famiglia. Nella zona sociale e in quella di servizio, oltre all’isolamento ci si affida anche all’uso dell’orientamento solare e dei venti prevalenti, insieme a sistemi di schermatura, per prevenire l’accumulo di calore negli ambienti interni e limitare al minimo indispensabile l’uso degli impianti.




Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151