Movimento terra | Pale gommate

Il nuovo sistema di gestione ideato per consumare meno

Riduzione dell’impatto ambientale, produttività in cantiere e funzionalità migliorate sono gli obiettivi che Komatsu ha perseguito anche nella messa a punto delle nuove pala gommate della serie 7: Wa500-7 e WA380-7. Il sistema di gestione del motore Smartloader logic, per esempio, consente alla coppia del motore di ottenere un minor consumo di carburante in tutte le situazioni senza compromettere la produttività.

La nuova serie 7 delle pale gommate, caratterizzate dal motore Komatsu – certificato secondo le normative Eustage IIIB ed Epa Tier 4 Interim – garantisce ridotte emissioni di NOx e Pm. Contraddistinto da un filtro antiparticolato (Kdpf – Komatsu diesel particulate filter) ad alta efficienza che cattura più del 90% di particolato, questo motore assicura una sensibile riduzione dell’impatto ambientale, ma anche prestazioni in termini di produttività e bassi consumi (quest’ultimi inferiori del 10% rispetto agli stessi modelli della serie precedente). L’innovativo sistema di gestione del motore Smartloader logic consente alla coppia del motore di ottenere sempre il minor consumo di carburante in tutte le situazioni senza compromettere la produttività.

La pala gommata Wa500-7

La pala gommata Wa500-7 ha una potenza di 266 kW, un peso operativo che di 35.700 kg ed è indicata per svolgere i lavori più gravosi, grazie alla sua forza di trazione e all’impianto idraulico Load sensing a centro chiuso (Clss) che permette di azionare le attrezzature di lavoro con precisione e movimentazione contemporanea di tutte le funzioni idrauliche (braccio, benna o eventuali accessori). La pala è dotata di pompe a portata variabile, sia sull’impianto idraulico che sull’impianto di sterzo, in grado di fornire la quantità d’olio richiesta contribuendo a ridurre in maniera considerevole il consumo di carburante. L’altezza e lo sbraccio di scarico sono ottimali, semplificando e velocizzando lavori come il carico di tramogge o camion: il caricatore frontale garantisce infatti un’altezza di scarico di 3.265 mm e un ampio sbraccio di 1.545 mm. Il sistema antibeccheggio riduce gli impatti sul braccio principale quando la macchina trasla con il carico consentendo velocità elevate anche durante il trasporto di materiale, riducendo al minimo le perdite. La cabina Space Cab, pressurizzata e filtrata, è dotata di un monitor 7 pollici Lcd tft a colori personalizzabile, con la selezione di 25 lingue, consente un’ampia gamma di funzioni e informazioni operative). Il movimento della consolle integrata al sedile con sospensione automatica e le leve a controllo elettronico proporzionale Epc, ideali per le applicazioni di movimento terra, garantiscono estrema semplicità nella gestione delle attrezzature. Conforme alle normative di sicurezza Rops/Fops, la cabina ha una rumorosità eccezionalmente bassa, 68dB(A).
Anche la nuova WA500-7 monta il sistema satellitare Komtrax installato con funzioni aggiuntive che rende disponibili report molto sul consumo di carburante, sulle ore e le tipologie di utilizzo della macchina. Inoltre, il sistema offre informazioni sulla rigenerazione del filtro Kdpf con l’obiettivo di mantenere la macchina nelle migliori condizioni operative.

La pala gommata Wa380-7

Con una potenza di 142 kW e un peso operativo che di 18250 kg, anche la pala gommata Wa380-7 monta il sistema satellitare satellitare Komtrax con funzioni aggiuntive.
La sicurezza è qui ulteriormente implementata grazie all’interruttore secondario di emergenza, alla telecamera posteriore che garantisce la miglior visibilità riducendo i rischi di collisione e al vetro laterale anteriore della cabina ribassato. Anche la nuova pala gommata monta la cabina Space Cab. Presenta inclusi, di serie: gli assali con slittamento limitato (Lsd), che assicurano una trazione da primato nel fango e sulle superfici molto scivolose; la ventola con rotazione reversibile automatica che, dotata di inversione automatica, permette di impostare la durata dei cicli di pulizia e l’intervallo dei cicli in modo da adeguarli perfettamente alle condizioni di lavoro; l’impianto di lubrificazione centralizzata automatica, che riduce al minimo gli interventi di manutenzione quotidiani, oltre a prolungare la vita utile della macchina.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151