Movimento Terra | Case

Incrementata la potenza abbattuti i consumi

Sono tre i nuovi apripista cingolati Serie M di Case 3. Sono dotati di trasmissioni efficienti, cingolatura estremamente robusta e sofisticati sistemi di controllo automatico in grado di aumentare la produttività e ridurre i costi in cantiere.

La gamma comprende 3 modelli con pesi operativi da 13 a 20 t. I modelli della Serie M di Case sono gli unici dozer spinti dai motori Fpt Tier 4 Interim con tecnologia Scr (Selective catalytic reduction). I nuovi motori assicurano un risparmio sui consumi del 10,5% e un aumento del 19% della produttività rispetto ai modelli precedenti. La potenza dei nuovi apripista è aumentata del 9% (136 Cv/100kW per l’1150M e 228Cv/168kW per l’2050M); il motore dell’1650M sviluppa una potenza superiore del 16%, di 163Cv/120kW. Questo aumento della potenza consente ai motori di operare a giri inferiori sviluppando più coppia, e fornendo un aumento della trazione alla barra e della forza di spinta. Gli apripista cingolati della Serie M utilizzano trasmissioni idrostatiche altamente efficienti per fornire un’eccezionale forza di trazione alla barra: 213,5kN per il modello 1150M, 311kN per l’1650M e 374kN per l’2050M.

Alla guida
Sono tre le modalità di guida: «dolce», «media» e «energica» per abbinare la macchina alle condizioni del terreno, in base alle esigenze dell’operatore. I joystick dei comandi possono essere usati per selezionare fino a 15 velocità o la modalità Pds (Proportional Doze Control, o controllo proporzionale del livellamento). I livelli fonometrici all’interno della cabina sono stati ridotti ad appena 76dB(A). I joystick elettro-idraulici consentono una semplice integrazione con i più comuni sistemi Gps e laser. Le macchine sono disponibili con un kit preinstallato da fabbrica per i sistemi di controllo lama Topcon, Trimble e Leica. Il nuovo joystick per il controllo della lama dispone di una modalità di scuotimento automatico per una rapida pulizia della benna e una modalità di livellamento che riduce la velocità della lama del 50% per le operazioni di precisione da svolgersi in maniera ancora più accurata. La lama ha a disposizione tre posizioni: livellamento fine, applicazioni generiche e lavori di sbancamento.

Per applicazioni più gravose
Il dispositivo brevettato Case Equistatic per la configurazione Bull Dozer, distribuisce equamente, su entrambi i bracci di spinta, le sollecitazioni che si generano in fase di scavo e spinta, indipendentemente dall’inclinazione della lama. Questo riduce l’usura dei componenti del telaio e del braccio dozer. Gli operatori che lavorano su terreni abrasivi possono optare per le catenarie Celt (Case extended life tracks), in grado di garantire una vita utile doppia rispetto ai cingoli lubrificati di serie.

La manutenzione
Più semplice grazie al telaio ridisegnato, con tutti i punti di servizio principali di facile accesso. I punti di ingrassaggio sono raggruppati per diminuire i tempi di inattività; inoltre, le macchine utilizzano quattro piastre incernierate per fornire un rapido accesso a motore e trasmissione per manutenzione e interventi tecnici. Tutti i punti di controllo, i filtri e i fusibili elettrici possono essere raggiunti da terra.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151