Europa | Southstream

Iniziano in Bulgaria i lavori per il gasdotto

I lavori di costruzione dei 900 km del tratto offshore del South Stream dalla Russia alla Bulgaria attraverso il Mar Nero comporteranno investimenti per 3,5 miliardi di euro .

Sono partiti i lavori di costruzione del tratto onshore in Europa del gasdotto South Stream. Il primo ministro bulgaro DragomirStoynev, il ministro dell’Energia russo Alexander Novak e l’amministratore delegato di Gazprom Alexei Miller hanno presenziato alla cerimonia della prima saldatura della condotta in territorio europeo, svoltasi presso il sito dove sorgerà la stazione di compressione Rasovo, nella municipalità bulgara di Medkovets.

La Puglia, con il Tap, sarà la regione italiana che beneficerà degli investimenti realizzati con il South Stream.

Miller ha spiegato che, dopo la Bulgaria, i lavori di costruzione del South Stream inizieranno in Serbia entro la fine dell’anno e subito dopo in Ungheria.
Il tratto bulgaro del South Stream, che comporterà investimenti per 3,5 miliardi di euro e la creazione di 2.500 posti di lavoro, sarà costituito da 540 km di linee, cui si aggiungeranno altri 366 km di collegamenti intemi e tré stazioni di compressione.
I lavori di costruzione dei 900 km del tratto offshore del South Stream dalla Russia alla Bulgaria attraverso il Mar Nero sono iniziati nel dicembre dell’anno scorso. Il tratto onshore avrà una lunghezza di 1.445 km attraverso i territori di Bulgaria, Serbia, Ungheria e Slovenia.

 




Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151