Bei | Investimenti Ue

Mancano 200 miliardi di euro per rendere competitive le infrastrutture

Il gap è generato dalla mancanza di investimenti nella infrastrutture digitali, pari a 55 miliardi di euro, nel settore dell’istruzione di 100 miliardi, mentre per le strade, i ponti e i porti mancano 50 miliardi di euro all’anno.

Per la Banca Europea degli Investimenti Bei mancano 200 miliardi di euro all’anno per rendere competitive le infrastrutture dei Paesi membri della Ue. Il gap è generato dalla mancanza di investimenti nella infrastrutture digitali, pari a 55 miliardi di euro, nel settore dell’istruzione di 100 miliardi, mentre per le strade, i ponti e i porti mancano 50 miliardi di euro all’anno.

investimenti

Queste cifre sono necessarie oltre agli investimenti già previsti e vengono coperte soltanto attraverso capitali privati. La Bei è responsabile per l’attuazione del piano Juncker, che deve stimolare la crescita dell’economia nei Paesi europei. Il piano inizierà a settembre e dovrebbe mobilitare entro il 2017 un totale di 315 miliardi di euro di investimenti supplementari.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151