Rilevazione annuale | Oice

L’estero salva i fatturati dei gruppi con dimensioni più grandi

Nel complesso la Rilevazione annuale dell’Oice fa registrare molti segni negativi, con un calo nel valore della produzione, condizionato dal continuo ridimensionamento del mercato degli appalti pubblici.

Il mercato estero crescerà nel 2013 del 38%, una quota che consente alle maggiori società di ingegneria di continuare a operare con profitto. Se l’occupazione nelle società di ingegneria risulterà in calo del 10,5%, soprattutto per le difficoltà delle piccole strutture, è proprio grazie agli investimenti nei mercati stranieri (Medio Oriente in primis), che i gruppi con le dimensioni più grandi riusciranno a operare con successo.
Nel complesso la Rilevazione annuale dell’Oice fa registrare molti segni negativi, con un calo nel valore della produzione, condizionato dal continuo ridimensionamento del mercato degli appalti pubblici.
La Rilevazione, con i dati a consuntivo per il 2012 e previsionali per il 2013 delle società di ingegneria pura e di quelle di general contracting, ha messo in luce il ruolo trainante del mercato estero che nel 2012 riesce più che a compensare la caduta del mercato interno e contribuisce notevolmente al valore della produzione degli associati Oice, pari a 2.330 milioni di euro, in lieve aumento (+3,7%) rispetto ai 2.246 milioni di euro del 2011.
Il dato positivo, in linea con le stime dell’anno scorso, è dovuto soprattutto al contributo delle società di maggiori dimensioni, oltre i 50 addetti, per le quali la produzione 2012 è aumentata.




Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151