Israele | Real estate

Negli ultimi quattro anni il valore delle abitazioni è aumentato del 40%

Se confrontato con quello di altri Paesi, quello di Tel Aviv è il più grande rialzo dei prezzi degli immobili fatto registrare da uno Stato nell’ultimo quinquennio. Tel Aviv, è stata inserita secondo l’Economist tra le 35 città più care al mondo, prima di altre città come Whashington e San Francisco.

Si teme una bolla immobiliare in arrivo in Israele, dove l’aumento del valore delle case è stato in media del 40% negli ultimi quattro anni.
Se confrontato con quello di altri Paesi, quello di Tel Aviv è il più grande rialzo dei prezzi degli immobili fatto registrare da uno Stato nell’ultimo quinquennio.

Lo skyline di Tel Aviv.

Tel Aviv, infatti, è stata inserita secondo l’Economist tra le 35 città più care al mondo, prima di altre città come Whashington e San Francisco.
Al contrario di altri Paesi che hanno vissuto la bolla immobiliare qualche anno fa come l’Irlanda e la Spagna, l’aumento così impetuoso di Israele è dovuto al fatto che è carente l’offerta a fronte di una domanda in continua crescita.
In Israele, infatti, servirebbero almeno 200mila alloggi, ma la poca terra a disposizione impedisce la costruzione di nuove residenze.
C’è quindi il fondato timore che la bolla scoppi facendo crollare il mercato e che i giovani avranno difficoltà a comprare casa.




Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151