Imprese edili | Studio Pagamenti

Nei pagamenti del settore edile la Danimarca è il paese più puntuale al mondo, l’Italia a metà classifica

Dopo le grandi difficoltà degli ultimi anni ci sono piccoli miglioramenti nella puntualità nei pagamenti delle imprese che operano nel settore edile.

Le imprese edili della Danimarca sono le più puntuali al mondo. Ben il 90,8% infatti ha saldato alla scadenza i propri fornitori. Una performance, a livello mondo, di assoluto valore. Basti pensare che le imprese Filippine, le meno puntuali al mondo, sono state virtuose solo nel 5,3% dei casi. Analizzando le performance di pagamento delle principali nazioni mondiali, emergono alcuni dati indicativi dello stato di salute dei rispettivi Paesi.

Nelle prime dieci posizioni per puntualità, dopo la Danimarca si piazzano Germania (75,6%), Messico (72,1%), Taiwan (69%), Ungheria (60,3%), Turchia (53,7%), Francia (51,8%), Stati Uniti (49,7%), Olanda (47%) e Slovenia (45,9%). L’Italia è al 12esimo posto (39,7%), preceduta persino dalla Spagna (45,5%).
Le ultime cinque posizioni del ranking mondiale dei paesi più puntuali nei pagamenti vedono all’ultimo posto le Filippine, precedute da Portogallo (14,4%), Hong Kong (20,1%), Grecia (26,8%) e China (28,7%).
A diffondere i dati è lo Studio Pagamenti, aggiornato a fine dicembre 2015, realizzato da Cribis D&B, la società del Gruppo Crif specializzata nelle business information, che ha studiato i comportamenti di pagamento delle imprese edili nel mondo.
Studio pagamenti

 

Confrontando i dati del 2015 con quelli dell’anno precedente, si nota una situazione stazionaria o in leggero miglioramento in tutti i paesi presi in considerazione; fanno eccezione la Grecia, i cui ritardi gravi oltre i 30 giorni sono passati dal 49,9% al 59,4%, la Polonia i cui ritardi gravi sono cresciuti, passando dal 20,9% del 2014 al 30,7% del 2015, e in misura minore la Repubblica Ceca, i cui ritardi gravi sono passati dal 5,8% al 10,2%.

Dopo le grandi difficoltà degli ultimi anni ci sono piccoli miglioramenti nella puntualità nei pagamenti delle imprese italiane che operano nel settore edile. A fine marzo 2016 infatti il 40,2% delle 726.200 imprese analizzate ha saldato i fornitori alla scadenza, un incremento dell’1% rispetto a un anno fa, ma soprattutto si evidenzia un calo dei ritardi gravi del 16,5%. Le performance del settore edile inoltre sono migliori di quelle della media italiana, pari al 35,1%. Se si paragonano invece i ritardi oltre i 30 giorni, la media italiana è del 13,8%, mentre l’edilizia si ferma al 11,6%

Rispetto al 2010 invece il confronto è più severo e evidenzia le problematiche che le imprese edili hanno dovuto affrontare negli ultimi anni: i pagamenti puntuali infatti rispetto a 6 anni fa sono calati del 4,3%, mentre i ritardi oltre il mese dal termine stabilito con i fornitori sono aumentati del 132%.

Entrando nel dettaglio, è il comparto degli installatori a godere di maggior salute, con una puntualità del 41,5%. Segue la costruzione degli edifici con il 37,7%. Male invece l’edilizia specializzata con il 32,6% di pagamenti virtuosi a fronte del 13,8% di gravi ritardi. Rispetto invece al 2010 è proprio l’edilizia specializzata a esibire dati più rassicuranti. I pagamenti alla scadenza sono infatti cresciuti del’8,2%, mentre i ritardi gravi del 102,9%. Situazione opposta per la costruzione di edifici, la cui puntualità in questi ultimi anni è calata dell’11,5%, così come i ritardi gravi sono cresciuti del 144,4%.

Marco Preti, ad Cribis D&BMarco Preti, amministratore delegato di Cribis D&B | «Le imprese edili hanno affrontato una forte crisi in Italia, come in molti altri paesi del mondo. Un settore in difficoltà quindi che però rimane strategico per il Pil Italiano, anche perché rappresenta un mercato di sbocco per molte filiere industriali italiane. Come approcciare quindi questo settore in Italia e all’estero? Come partner dei leader dei diversi settori coinvolti in questa filiera abbiamo un osservatorio privilegiato e possiamo affermare che le aziende che hanno ottenuto le migliori performance sono quelle che hanno utilizzato la gestione del credito come uno dei parametri di segmentazione di clienti, distributori e partner, in sinergia con le esigenze e gli obiettivi commerciali. La puntualità dei pagamenti è quindi diventata uno degli elementi chiave per ottimizzare i flussi di cassa e individuare i clienti da fidelizzare e su cui investire».

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2018 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151