Opere provvisionali | Infrastrutture

Nuovo progetto infrastrutturale in Mozambico

Pilosio conferma l’espansione nel Continente africano nel settore delle infrastrutture. Fornirà soluzioni provvisionali alla ditta Cmc di Ravenna per la costruzione di un viadotto composto da sette ponti che collegherà le città di Marrupa e Litunde, in Monzambico.

Si consolida la collaborazione fra Pilosio >>  e la Cmc Africa Austral >>, realtà della Cmc Ravenna fortemente radicata nella parte meridionale del continente africano. Cmc ha scelto nuovamente Pilosio come partner per la fornitura di soluzioni provvisionali per la costruzione di un viadotto che collegherà le città di Marrupa e Litunde, in Mozambico. Il progetto si inserisce nel programma di sviluppo dei collegamenti e delle infrastrutture del Paese, e si concretizza nella realizzazione di un tratto stradale composto da sette ponti, attraverso una savana, che consentiranno una migliore accessibilità alla città di Lichinga. Sono state scelte le seguenti soluzioni costruttive: Maximix per i getti dei conci e due diversi sistemi di sostegno, torri Simplex e torri ad alta portata Mp per i portali, per ottimizzare le necessità di cantiere.

Pilosio | Cmc Mozambico

Cmc e Pislosio insieme per realizzare un viadotto di collegamento tra Marrupa e Litunde

Casseri Maximix. Il sistema di casseri Maximix con travi in legno è stato scelto dal cliente per la realizzazione delle travi a “T” da 2,40m di altezza in calcestruzzo gettato in opera, sopra cui è stata realizzata la strada vera e propria. Il sistema consente la realizzazione di pannelli di grandi dimensioni e forme geometriche di ogni tipo con elevate portate e peso contenuto. È particolarmente indicato per grandi opere infrastrutturali in cui si assemblano in loco moduli di grande superficie, massimizzando la produttività di cantiere. In particolare, si può progettare il sistema in funzione di pressioni del calcestruzzo e variando l’interasse delle travi in legno PL20 e dei correnti in acciaio, la portata del modulo viene adattata alla necessità del progetto. Inoltre, è più facile raggiungere il cantiere e movimentare un sistema a travi in legno piuttosto che altri sistemi in acciaio.

Sette i ponti di collegamento in Mozambico

Sette i ponti di collegamento in Mozambico

Torri Simplex. Per il sistema di sostegno sono state scelte le torri Simplex, con altezza media di 5,80m, che garantiscono una portata di 200Kn per ciascuna torre. Tra i sistemi di sostegno Pilosio, è il più conveniente in situazioni in cui il terreno è abbastanza lineare. Simplex è la soluzione di tavoli per il getto in opera di solette in calcestruzzo in modo estremamente rapido, specialmente indicato per altezze e carichi elevati nella costruzione di infrastrutture e edifici di grandi dimensioni. Il dispositivo di movimentazione del tavolo richiede due soli operatori e permette di svolgere le operazioni di armo e disarmo in modo semplice e veloce.
Multidirezionale Mp. Le torri ad alta portata, realizzate con il sistema Multidirezionale Mp, sono servite, invece, per il sostegno della pesante carpenteria metallica, realizzata su misura per la creazione dei sottopassi per il passaggio delle strade esistenti e dei corsi l’acqua. L’altezza delle torri in questo progetto è di 4,80 m. Ogni elemento verticale delle Torri Mp Hd ad alta portata è costituito da 4 montanti Mp collegati tra di loro da un castello inferiore ed uno superiore: ogni colonna ha quindi una capacità di 200Kn. In questo progetto, la struttura è rettangolare, costituita da 16 colonne.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151