Milano Expo 2015 | Acciaio

Per il Padiglione della Bielorussia impiegati i profili cavi circolari

La struttura dell’intero padiglione Bielorussia è stata realizzata in carpenteria metallica e sarà costituita da profili cavi circolari, travi He, solai d’interpiano in lamiera grecata e pannellature di tamponamento facilmente smontabili una volta terminato l’evento espositivo.

A rappresentare la Bielorussia all´Esposizione Universale di Milano è «Wheel of Life», una ruota della vita immersa in una collina verde, richiamo diretto alla morfologia tipica del paesaggio bielorusso. «Wheel of Life» vuole proporsi come una sorta di organismo vivente rendendo i visitatori parte attiva dell’alternarsi di stagioni e fasi del giorno, in un continuo susseguirsi del tempo.

Stahlbau Pichler

Il padiglione della Bielorussia si estenderà su circa 550 mq a cui si aggiungono 313 mq di pavimentazione libera permeabile. I volumi del padiglione sono stati divisi in due zone: la prima, con un’altezza massima di circa 10 m, una superficie coperta da manto erboso di circa 815 mq e un volume di circa 1714 mc, ospita tra l’altro la sala ristorante, il bar e il gift shop.

La seconda zona viene utilizzata come spazio espositivo e ha un’altezza di circa 8 m con una superficie coperta da manto erboso di circa 366 mq e un volume di circa 958 mc. La struttura dell’intero padiglione è stata realizzata in carpenteria metallica ed è costituita da profili cavi circolari, travi He, solai d’interpiano in lamiera grecata e pannellature di tamponamento facilmente smontabili una volta terminato l’evento espositivo.

Lorenzo de Simone - Stahlbau Pichler (2)

Per le finiture sono stati adoperati legno per la pavimentazione e strutture vetrate per le pareti delle sale conferenze, per favorire illuminazione e aerazione. Anche la «Ruota della Vita» è stata realizzata interamente in acciaio, con travi a cassone ottenute da piastre saldate e assemblate mediante bulloni. I parametri di un’architettura rispettosa dell’ambiente hanno condizionato la selezione dei materiali utilizzati per la costruzione del padiglione.

© Fondazione Promozione Acciaio

IL CANTIERE
Committente: Repubblica della Bielorussia (Ministero degli Affari Esteri)
General contractor: Stahlbau Pichler srl
Progetto esecutivo, strutturale e costruzione metallica/facciate: Stahlbau Pichler srl
Progetto architettonico e design team: Kolya Shizza (Igor Kozioulkov, Dzmitry Beliakovich, Aliaksandr Shypilau)
Immagini: Lorenzo De Simone – Stahlbau Pichler (fotografie), Stahlbau Pichler (fotografie e dettagli)

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151