Anac | Rapporti Pa-imprese

Per la risoluzione delle controversie

Con il nuovo regolamento approvato a settembre dall’Autorità nazionale anticorruzione è stato istituito un apposito ufficio dedicato al precontenzioso. Il compito di seguire l’istruttoria e darne conto al consiglio è stato affidato al presidente dell’Anac Raffaele Cantone.

Procedono le nuove regole per la risoluzione delle controversie tra pubblica amministrazione e imprese. La stazione appaltante o più parti interessate potranno congiuntamente o singolarmente rivolgere all’autorità un’istanza di parere per la formulazione di un’ipotesi di soluzione delle controversie insorte durante lo svolgimento delle procedure di gara degli appalti pubblici di lavori, forniture, servizi.

repertorio

Priorità. La priorità sarà data alle richieste congiunte o d’importo rilevante o di particolare impatto per il settore e l’Anac dovrà rilasciare il parere entro 90 giorni. Con il nuovo regolamento approvato a settembre dall’Autorità nazionale anticorruzione è stato istituito un apposito ufficio dedicato al precontenzioso.
Il compito di seguire l’istruttoria e darne conto al consiglio è stato affidato al presidente dell’Anac Raffaele Cantone.

Le istanze dovranno essere predisposte secondo il modulo allegato al regolamento e saranno trasmesse tramite posta elettronica certificata. Nella predisposizione dell’istanza le parti potranno chiedere che in sede di pubblicazione del parere vengano esclusi eventuali dati sensibili espressamente segnalati.
Le richieste considerate inammissibili, se riguardano questioni giuridiche ritenute rilevanti, comunque verranno trattate ai fini dell’adozione di una pronuncia dell’Autorità.

Istanze improcedibili. Le istanze diverranno improcedibili in caso di sopravvenienza di una pronuncia giurisdizionale di primo grado di rinuncia al parere sulla medesima questione oggetto del parere di sopravvenuta carenza di interesse delle parti.
Saranno trattate prioritariamente le istanze di parere presentate congiuntamente dalla stazione appaltante e da almeno un partecipante alla procedura di gara.
In caso di istanze presentate in modo singolo, verrà data precedenza alle istanze presentate dalla stazione appaltante e alle istanze concernenti appalti di rilevante importo economico (per quanto concerne i lavori, importo superiore a un milione di euro; servizi e forniture con importo superiore alla soglia comunitaria) e inoltre alle istanze che sottopongono questione originale di particolare impatto per il settore dei contratti pubblici.

Le archiviazioni delle istanze per inammissibilità e improcedibilità saranno approvate dal consiglio dell’Autorità e comunicate alle parti interessate. L’istanza presentata dalla stazione appaltante (sia singolarmente sia congiuntamente) dovrà contenere l’impegno a non porre in essere atti pregiudizievoli ai fini della risoluzione della questione fino al rilascio del parere.




Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151