Concorso internazionale | Dedalo Minosse

Premiare la committenza d’architettura

Il premio nasce dalla convinzione che il quadro delle condizioni nel quale è possibile fare buona architettura, è determinato non soltanto dalla qualità del lavoro del progettista, ma anche da un ruolo positivo e stimolante del committente.

Il Premio Internazionale Dedalo Minosse >> alla committenza d’architettura, attribuito a Vicenza (città del Palladio), è promosso dall’Associazione Liberi Architetti, Ala – Assoarchitetti >>, in collaborazione con la Regione Veneto >>. Il Premio nasce dalla convinzione che il quadro delle condizioni nel quale è possibile fare buona architettura è determinato non soltanto dalla qualità del lavoro del progettista, ma anche da un ruolo positivo e stimolante del committente.dedalo

Con la nona edizione 2013/2014, il Premio Dedalo Minosse raccoglie l’eredità del «Premio Internazionale Andrea Palladio» che fu promosso con grande risalto tra il 1987 e il 1993 dalla Caoduro Lucernari >>. Unico nel panorama internazionale, dà un contributo alla diffusione della qualità dell’architettura e dell’ambiente e premia l’attore principale del progetto costruttivo: il committente che investe risorse nella ricerca dell’eccellenza. L’iscrizione gratuita può essere presentata da committenti pubblici o privati, dai loro architetti, dalle imprese realizzatrici o fornitrici, da altri soggetti coinvolti nel processo del costruire.

Premio Dedalo Minosse

Le opere devono essere state completate dopo il 1 gennaio 2009 e prima del 31 dicembre 2013. La giuria dedica particolare attenzione alle opere che affrontano temi ispirati alla sostenibilità sociale ed economica dell’opera, al design for all, al trattamento della luce naturale, all’uso sostenibile del territorio e delle risorse, alla valorizzazione e conservazione dell’ambiente, del paesaggio e del patrimonio architettonico, all’uso di tecnologie e materiali innovativi, alla valorizzazione delle tradizioni e dei linguaggi locali, all’approccio progettuale multidisciplinare e all’integrazione tra arte e architettura.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151