Premiazione | Concorso di idee

Premiato il logo vincitore del Telt Contest

Sono due giovani torinesi i vincitori del Concorso, premiati dal primatista mondiale di vela Alessandro Di Benedetto. La giuria internazionale ha assegnato inoltre 7 premi speciali e una menzione fuori concorso.

Oltre quattrocento persone, tra studenti, famiglie, esperti e autorità, si sono date appuntamento al Musée des Confluences di Lione per conoscere i 241 progetti presentati dai ragazzi italiani e francesi e scoprire il logo vincitore del Telt Contest. Si è concluso così, in un clima di festa italo-francese, il concorso di idee rivolto ai giovani, tra i 14 e i 26 anni che vivono o studiano in Piemonte e Rhône Alpes, per la creazione del marchio della società responsabile della realizzazione e della gestione della sezione transfrontaliera della linea ferroviaria Torino-Lione.
Telt Contest

Questi i numeri: 241 lavori arrivati dai due paesi, tra cui 176 italiani e 65 francesi, 48 presentati da gruppi, 192 da Scuole/Università. La giuria internazionale ha scelto la proposta, concettualmente raffinata, di Sara Borchiero e Gabriele Savoca, due ragazzi torinesi di 26 e 25 anni, e ha assegnato sette premi speciali ad altrettante proposte di qualità. I vincitori sono stati premiati dal primatista mondiale di vela Alessandro di Benedetto, campione italo-francese delle imprese impossibili, tra cui il giro del globo a «impatto zero» con la barca a vela più piccola della storia, in solitario, senza scalo e assistenza. La giuria ha anche sottolineato con una menzione fuori concorso la sorpresa di una tredicenne di Saint-Martin-d’Hères.

Questi i componenti della giuria internazionale di esperti: Marie-Ange Brayer, Capo dipartimento design e prospettiva industriale del Centre Pompidou; Patrizia Sandretto, Presidente Fondazione Sandretto Re Rebaudengo; Luca Beatrice, Presidente del Circolo dei lettori di Torino e critico d’arte; Jacques Bruyas, scrittore e Presidente dell’Associazione degli scrittori e degli editori francofoni; Paolo Damilano, Presidente del Museo del Cinema e di Film Commission Torino Piemonte; Eric Leprince, designer e art director fondatore di Super Regular; Ludovic Noel, Direttore della Citè du Design de Saint-Etienne e Paolo Pininfarina, Presidente Gruppo Pininfarina Spa.

Tunnel Boring Machine Gea

Il logo vincitore. Un segno essenziale, quasi un ideogramma, con la «L» di Lione che si allunga a formare il tratto orizzontale della «T» di Torino, a rappresentare l’unione tra le due città, simbolo del progetto curato da Telt per superare la barriera alpina tra Francia e Italia. Sopra l’ideogramma si muovono delle barre verticali di diversa altezza, secondo i tempi di percorrenza tra le città europee che beneficeranno del tunnel di base del Moncenisio, evocando anche le onde elettromagnetiche, la luce e il suono, così presenti nell’immaginario dei giovani che saranno i primi utilizzatori della nuova linea. Per i giurati questa è stata proprio la miglior sintesi, simbolica, grafica e concettuale, della mission di Telt.

I premi speciali hanno sottolineato alcuni valori meritevoli di riconoscimento: per lo «Spirito europeo» Alex Chevre, 22 anni di Chambery; per l’«Originalità» Cecilia Arata, 21 anni di Acqui Terme dello Ied (Istituto Europeo Design); per «Scuola-Francia» Claire Duchaine, 18 anni di Reims del Sepr (centro per la formazione professionale della Regione Rhône-Alpes); per «Scuola-Italia» Jacopo Boggione, 20 anni di Torino dello Ied; per la «Creatività» Franco Ainard, 25 anni di Pinerolo. Per «Telt-family» i dipendenti hanno scelto come simbolo da utilizzare nella comunicazione interna quello di Rhaphael Castellino, 17 anni, del Licée Astier di Aubenas. La «Menzione della Giuria» è andata infine a Matteo Piana, 24 anni di Sanremo, e Enrico Gilli, 22 anni di Chieri, dello Iaad (Istituto d’Arte Applicata e Design). La proposta della mascotte tredicenne, Patricia Felz, è diventata l’immagine del cappellino che tutti gli invitati hanno indossato nel corso della manifestazione.

Il cantiere della Maddalena di Chiomonte

Oltre al riconoscimento economico (3mila euro per il vincitore e 500 euro per gli altri), il primo classificato e il vincitore per lo «Spirito Europeo», svolgeranno uno stage di un mese al fianco dei team di Pininfarina, Super Regular e Telt.
Gli studenti, molti docenti, presidi e direttori hanno rappresentato importanti scuole e atenei, tra cui: Politecnico e Università di Torino, Università di Lione, Milano e Genova, Iulm Milano, Accademia Albertina di Torino, Ecole de Condé, Iaad, Ied, Ecole Normale Supérieure de Lyon, Ecole Supérieure d’art et design de Saint Etienne, Istituto Grafico Albe Steiner di Torino e Licée Pierre Brossolette di Lione.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151