Etiopia | Diga

Quarto anniversario per il progetto Grand Ethiopian Renaissance Dam

Il progetto comprende una diga principale in calcestruzzo rullato compattato (Rcc) lunga 1.800 m, alta 155 m e del volume complessivo di 10.2 milioni di m3 e due centrali idroelettriche poste sulle due rive del fiume.

A pochi giorni di distanza della firma a Khartoum dell’accordo di cooperazione tra Egitto, Etiopia e Sudan sul progetto Gerd (Grand Ethiopian Renaissance Dam) in corso di costruzione, agli inizi di aprile si è festeggiato il quarto anniversario del progetto flagship Grand Ethiopian Renaissance Dam nella regione di Benishangul – Gumaz lungo il Nilo Azzurro, che sta realizzando Salini-Impregilo >>. L’appuntamento è ormai una tradizione che commemora la posa della prima pietra dell’allora Primo Ministro Meles Zenawi nel 2011.
Presenti alla cerimonia il Vice Primo Ministro, il Ministro dell’Energia, rappresentanti del governo e il Ceo dell’Ethiopian Elelctric Power Azeb Asnake.

3_ETIOPIA_DIGA (1)

Il programma prevedeva la visita del Cantiere da parte delle autorità e a seguire la cerimonia e i festeggiamenti in area diga. Il progetto ha raggiunto uno stato avanzamento lavori di 40%. Al termine dei lavori Grand Ethiopian Renaissance Dam sarà la diga più grande d’Africa: lunga 1.800 m, alta 170 m e del volume complessivo di 10.2 milioni di m³ e fra le dieci dighe più grandi del mondo.

4_ETIOPIA_DIGA (2)

Il progetto comprende una diga principale in calcestruzzo rullato compattato (Rcc) lunga 1.800 m, alta 155 m e del volume complessivo di 10.2 milioni di m3; due centrali idroelettriche poste sulle due rive del fiume quella in riva destra con 10 turbine Francis (potenza 375MW ciascuna) e quella in riva sinistra con 6 turbine con una potenza installata complessiva di 6000 MW e una produzione prevista di 15.000 Gwh/anno; uno sfioratore di superficie in calcestruzzo della capacità di 15.000 m3/s una diga di sella lunga 5 km realizzata in rockfill del volume complessivo di 17 milioni di m3; una sottostazione da 500 kV e opere accessorie.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151