Oil&gas | Angola

Sace garantisce il credito per Sonangol

L’obiettivo è rafforzare la competitività delle imprese italiane impegnate nell’Africa sub-sahariana, dopo la missione nell’area guidata a luglio scorso dal premier Matteo Renzi a cui aveva preso parte anche l’ad di Sace, Alessandro Castellano.

Alessandro Castellano | Ad Sace

Alessandro Castellano | Ad Sace

Via libera dal gruppo assicurativo-finanziario via libera a un impegno di 200 milioni di dollari: l’obiettivo è rafforzare la competitività delle imprese italiane impegnate nell’Africa sub-sahariana, dopo la missione nell’area guidata a luglio scorso dal premier Matteo Renzi a cui aveva preso parte anche l’ad di Sace, Alessandro Castellano, oltre a una folta delegazione di manager italiani (tra cui il numero uno di Eni, Claudio Descalzi, quello di Finmeccanica, Mauro Moretti e l’ex ad di Saipem, Umberto Vergine).

In quell’occasione, la controllata di Cdp aveva annunciato due operazioni: una garanzia su una linea di credito da 164 milioni erogata al ministero delle Finanze angolano per il completamento dei lavori di costruzione dell’autostrada Luanda-Soyo affidati all’italiana Cmc Ravenna; e un secondo impegno su una linea da 500 milioni di dollari riservata a Sonangol, la compagnia petrolifera nazionale angolana, per l’acquisto di merci e servizi italiani.
Sace ha già concluso varie operazioni con Sonangol in passato e, con questa ulteriore copertura, il gruppo di Castellano punta a imprimere un colpo di acceleratore allo sviluppo di rapporti commerciali tra il big petrolifero angolano e le imprese italiane attive nel settore oil & gas.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151