Italia | Edilizia scolastica

Scuola ad alta efficienza energetica in provincia di Vicenza

La conformazione dell’edificio è calibrata sulla interpretazione funzionale delle attività scolastiche, in chiave di efficienza, semplicità e dinamicità. Proprio su questi paradigmi si è riflettuto per sciogliere il nodo legato alla scelta del materiale per la realizzazione delle murature.

A Isola Vicentina, nella nuova area di espansione urbanistica in località Vallorcola, è stata ultimata una nuova scuola secondaria di primo grado, che per le sue caratteristiche in termini di efficienza energetica costituisce un esempio virtuoso in vista dell’applicazione del piano di edilizia scolastica approvato lo scorso luglio, destinato a interessare oltre ventimila plessi scolastici. Commissionato dal comune di Isola vicentina e dalla provincia di Vicenza allo Studio Teco+Partner di Bologna in collaborazione con l’arch. Giovanna Ruggieri e Nier Ingegneria Spa, il nuovo edificio è stato realizzato dall’Impresa Costruzioni Edili Parpajola Sps di Padova.

scuola

Nella concezione del nuovo manufatto si è tenuto conto delle esigenze dell’attività scolastica e sono state privilegiate scelte architettoniche che permettessero di ottenere un’ampia illuminazione agli ambienti e una funzionale articolazione degli spazi. L’organismo si compone di quattro blocchi funzionali (che accolgono le aule, gli spazi comuni, gli uffici amministrativi e i locali di servizio) dislocati a crociera e convergenti nel nodo centrale, costituito dall’ampio atrio multifunzionale a doppia altezza, su cui è stata realizzata una copertura inclinata dall’andamento curvo sia in senso longitudinale che in quello trasversale. L’illuminazione è consentita da grandi lucernari di forma circolare. La conformazione dell’edificio è calibrata sulla interpretazione funzionale delle attività scolastiche, in chiave di efficienza, semplicità e dinamicità. Proprio su questi paradigmi si è riflettuto per sciogliere il nodo legato alla scelta del materiale per la realizzazione delle murature.

scuola

La doppia altezza dell’atrio ha creato l’esigenza di realizzare grandi tamponamenti esterni con diverse esposizioni, che fossero in grado di raggiungere i valori di isolamento utili a perseguire gli obiettivi energetici della nuova costruzione. Questi ultimi implicavano il ricorso a differenti tipologie di materiali, isolanti sia dal punto di vista termico che acustico. La scelta di blocchi in calcestruzzo aerato autoclavato ha permesso di semplificare la stratigrafia delle pareti con l’impiego di un unico elemento e razionalizzare le fasi di progettazione, realizzazione e gestione dell’edificio. Per le pareti sono stati impiegati 825 mq di blocchi Ytong Clima da 40 cm e 253 mq di Ytong Clima da 30 cm, per un totale di circa 1080 mq di murature realizzate con lo stesso sistema, la cui ecocompatibilità è assicurata dall’origine naturale del materiale. La trasmittanza della parete comprensiva di intonaco è di 0,2 W/mqK, senza la necessità di adottare ulteriori materiali isolanti quali pannelli in Eps o lana di roccia, e con una considerevole riduzione dei tempi di posa. L’indice di prestazione energetica globale dell’edificio risulta pari a 18,49 kWh/mca, corrispondente alla classe C, mentre per la sola climatizzazione invernale l’indice di prestazione energetica Epi è 15,11 kWh/mca.

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151