Laterizio | Verstas architects

Scuola Saunalahti a Espoo in Finlandia

Alla base della soluzione proposta, insieme alle sue qualità architettoniche, c’è l’attenzione a principi pedagogici e nuove modalità di apprendimento, basate sul far agire gli alunni in libertà, con spirito di collaborazione, sviluppando in particolare attività artistiche e di educazione fisica.

Una delle ragioni del successo economico e sociale, raggiunto attualmente dalla Finlandia, risiede probabilmente nell’attenzione che lo Stato riserva all’istruzione scolastica e alla qualità architettonica, ottenuta spesso organizzando concorsi di progettazione. Espoo è la seconda città più grande della Finlandia; oltre 252.000 abitanti, situata nella regione dell’Uusimaa; insieme alle città di Vantaa e Kauniainen, fa parte dell’area metropolitana di Helsinki.
È immersa nella natura e si è sviluppata su più centri distinti; vi sono presenti numerose istituzioni tecnico-scientifiche e vi hanno sede grandi aziende, legate in particolare alla produzione di sistemi per la telefonia, di cui la Finlandia è risultata negli ultimi tempi polo primario.

saunalahti

La scuola qui presentata, progettata dal gruppo di giovani architetti finlandesi – Väinö Nikkilä, Jussi Palva, Riina Palva e Ilkka Salminen – a seguito del concorso di cui sono risultati vincitori nel 2007, è divenuta il punto focale del nuovo quartiere residenziale di Saunalahti, anche grazie agli intendimenti con cui è stata concepita dai progettisti.
Alla base della soluzione che essi hanno proposto e che rende la scuola protagonista nel territorio, insieme alle sue qualità architettoniche, c’è l’attenzione a principi pedagogici e nuove modalità di apprendimento, basate sul far agire gli alunni in libertà, con spirito di collaborazione, sviluppando in particolare attività artistiche e di educazione fisica.

La costruzione comprende oltre alle aule scolastiche, un centro diurno, una serie di ambienti dedicati alle attività ricreative della gioventù, una piccola biblioteca di utilizzo comunale, oltre che scolastico; gli spazi per la ginnastica, laboratori e cortili, utilizzabili anche dagli abitanti del quartiere e da varie associazioni, la sera e nei weekend.
In quanto edificio polifunzionale per l’istruzione e la cultura, la costruzione si lega alla piazza, formatasi nella nuova zona residenziale, divenendo appunto nucleo di riferimento per gli abitanti.
Planimetria e volumetria della scuola non si sviluppano con forme regolari, ma morfologicamente è possibile distinguere un corpo principale allungato, da cui si dipartono due bracci.
Questi danno luogo a due anse e a due fronti aperti alla natura e sono protetti da un’ampia sporgenza di gronda: in un’immaginaria similitudine, questi spazi, nel rimarcare il rapporto instaurato con il paesaggio, sembrano essere stati ispirati quasi a imitazione della varietà di quei percorsi affacciati sul mare, rivolti ora su un golfo, ora su una più stretta cala marina.

Saunalahti school

Il cuore dell’edificio è la maestosa sala da pranzo polivalente, luogo d’incontro per tutti gli utenti, salone per spettacoli, snodo distributivo.
Nella sua ampia superficie a doppia altezza, risaltano i massicci muri di cemento armato a vista, il soffitto curvo rivestito in listelli di rovere, le verniciature vivaci, che si alternano nell’individuazione dei diversi ambiti funzionali; le grandi impennate della parete vetrata, che consentono la diffusa luminosità dell’ambiente.
Fuori l’involucro dell’edificio è completato da tavole di legno, profili in rame, ampie vetrate di fogge differenti, ma soprattutto da murature massive in mattoni in cui risaltano le composizioni e le tessiture orizzontali di diversa matrice e tecnica costruttiva.

L’ondulazione del tetto permette alle radiazioni solari di creare degli effetti di luce e ombra che si riflettono suggestivamente nei cortili e all’interno.
Inoltre il cortile terrazzato che si apre davanti alla sala da pranzo e il dislivello tra il terreno e il piano rialzato di quel salone danno luogo a uno spazio teatrale semicoperto, che integra mondi interni ed esterni in un tutto unico spaziale.
Il palcoscenico del teatro si trova in corrispondenza della giunzione tra il cortile dedicato ai bambini più grandi e quello per i più piccoli; infatti per le diverse età di utenza sono state destinate aree differenti, che permettono, ai primi, di sfruttare il sole del mattino e, ai secondi, gli ultimi raggi del pomeriggio, che più a lungo si fermano nella scuola.

IL CANTIERE
Oggetto: Scuola Saunalahti
Località: Brinkinmäentie 1, Espoo, Finlandia
Committente: Comune di Espoo
Progetto architettonico: Verstas Architects, Väinö Nikkilä, Jussi Palva, Riina Palva, Ilkka Salminen
Collaboratori: Karola Sahi
Impresa di costruzione: Yit Rakennus Oy
Cronologia: 2007 (concorso), 2012 (realizzazione)
Superficie: 10.500 m2
Premi: Color Award 2013; Environmental Project of the Year 2013; Concrete Award 2012, honorary mention
Fotografie: Andreas Meichsner, Tuomas Uusheimo

Roberto Gamba, architetto, libero professionista

 ©Costruire in Laterizio >>

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151