Bulgaria | Ance

Sei imprese pugliesi alla Italy & Bulgaria Building Together

L’iniziativa rientra nel programma d'attività messe in campo dal Gruppo Pmi Internazionale, che di recente ha promosso una nuova missione anche in Polonia, e ha consentito di avere un quadro dei programmi infrastrutturali e delle opportunità per il settore delle costruzioni in Bulgaria.

Ingegneria Futura >>, Euroscavi Immobiliare, Trombetta e Sedir della provincia di Foggia, Impresa Del di Taranto e Cfv Costruzioni di Lecce: sono queste le sei imprese pugliesi che hanno partecipato alla missione commerciale Italy & Bulgaria – Building Together, promossa a Sofia dal Gruppo Pmi dell’Ance, guidato dal presidente Ance Foggia Gerardo Biancofiore. La delegazione pugliese è stata una delle più rappresentative perché complessivamente sono state cinquanta le imprese partecipanti alla missione, organizzata con l’obiettivo di incrementare la quota di mercato delle piccole e medie aziende italiane delle costruzioni in Bulgaria e nell’Est Europa. L’iniziativa rientra nel fitto programma di attività messe in campo dal Gruppo Pmi Internazionale, che di recente ha promosso una nuova missione anche in Polonia, e ha consentito di avere un quadro dei programmi infrastrutturali e delle opportunità per il settore delle costruzioni in Bulgaria.

BIANCOFIORE

Gerardo Biancofiore | presidente Gruppo Pmi Ance
«La Bulgaria e la Polonia collegano gran parte del loro sviluppo futuro all’utilizzo dei fondi comunitari, e i finanziamenti a disposizione del settore infrastrutturale per il periodo 2014-2020 riguarderanno il completamento delle reti stradale, ferroviaria, fluviale, marittima e il trasporto intermodale. La Polonia nei prossimi sette anni riceverà dalla Ue 77 miliardi di euro per lo sviluppo delle infrastrutture».

La Bulgaria è una delle poche economie Ue in grado di vantare una crescita di segno positivo nel 2013, è il secondo paese dell’area Ue con il più basso debito pubblico, dopo l’Estonia, con un grado di assorbimento dei fondi europei in miglioramento. Al 31 marzo, i contratti firmati nel quadro dei Fondi strutturali sono stati pari al 115% del budget previsto, 60% i pagamenti effettuati. L’Italia è il terzo partner commerciale della Bulgaria, dopo Russia e Germania, sia come paese fornitore sia come destinatario delle esportazioni bulgare, l’interscambio complessivo è stato di oltre 3,8 miliardi di euro (11%). Nel corso dell’incontro è emerso come il contributo e la presenza delle aziende italiane negli appalti in Bulgaria nel 2013 sono stati significativi, con punte massime nel settore delle infrastrutture, sia per lavori di engineering, che di supervisione e consulenza.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151