Consolidamento strutturale | Frp

Struttura in c.a. modificata per installare nuovi macchinari a quota pavimento

Per installare alcuni nuovi macchinari a quota pavimento è stato necessario ricollocare e ripristinare alcuni pilastri. Come conseguenza dello spostamento del pilastro si ha un aumento della luce della trave e quindi un aumento delle azioni flettenti in appoggio, in corrispondenza del nuovo pilastro, e nella mezzeria della campata che risulta accorciata e adiacente al nuovo pilastro.

Il capannone, realizzato negli anni ’70, è il mobilificio di Proprietà Alma srl situato a Fermignano (Pu) ed è formato da più corpi, separati tra loro da un semplice giunto di costruzione di qualche mm. Si sviluppa per un unico piano fuori terra con copertura a volta in latero-cemento gettato in opera con tiranti.
Fermignano 1

Per installare alcuni nuovi macchinari a quota pavimento è stato necessario ricollocare e ripristinare alcuni pilastri. Come conseguenza dello spostamento del pilastro si ha un aumento della luce della trave e quindi un aumento delle azioni flettenti in appoggio, in corrispondenza del nuovo pilastro, e nella mezzeria della campata che risulta accorciata e adiacente al nuovo pilastro.
Fermignano 2

La trave è stata rinforzata con un’armatura inferiore aggiuntiva con getto di betoncino colabile Exocem G2 per far fronte all’aumento della flessione in mezzeria, mentre si è scelto il sistema Frcm con Ruregold Xp Calcestruzzo di Ruredil  in configurazione a U per far fronte all’aumento del taglio nella zona adiacente all’appoggio.
Il pilastro è stato rinforzato con applicazione del sistema Ruregold Xp Calcestruzzo.
Fermignano 3
La scelta delle malte e del sistema Frcm
è stata fatta tenendo presente la necessità di non modificare il già elevato carico di incendio esistente per la presenza del legname, stante il fatto che i sistemi Frcm, a differenza degli Frp, sono classificati come reazione al fuoco di classe A2.

Progettazione e direzione lavori sono state curate dall’ing. Antonio Marconi (Fermigano – Pu), mentre l’intervento è stato realizzato dall’impresa Paganelli costruzioni srl di Urbino.

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151