Francia | Acciaio

Struttura leggera con colonne in acciaio bianco per il nuovo stadio di Bordeaux

La grande struttura è caratterizzata da un contenitore esterno, che consiste in un volume scatolare scandito dalla sequenza di 900 colonne in acciaio bianco dalla sezione molto ridotta e slanciata, e da un nucleo interno composto dal campo di gioco e dalla conca della tribuna.

È stato recentemente inaugurato a Bordeaux un nuovo stadio da 42mila posti, la cui realizzazione era stata commissionata allo studio svizzero Herzog & de Meuron, che proprio in questo ambito annovera due delle sue opere più celebri: l’Allianz Arena di Monaco di Baviera e lo Stadio Olimpico di Pechino. Profondamente diverso da questi due precedenti illustri, il Nouveau Stade è ispirato ai templi classici e si sviluppa su un basamento, con un colonnato continuo lungo il perimetro, che si propone anche di richiamare gli alberi del paesaggio circostante.

francia

Lo stadio così configurato sostituisce quello preesistente del Jacques Chaban-Delmas e, oltre a ospitare tutte le gare della squadra di calcio locale e alcune di quella di rugby, sarà una delle sedi dei prossimi campionati europei di calcio, Francia 2016.
La grande struttura è caratterizzata da un contenitore esterno, che consiste in un volume scatolare scandito dalla sequenza di 900 colonne in acciaio bianco dalla sezione molto ridotta e slanciata, e da un nucleo interno composto dal campo di gioco e dalla conca della tribuna. Lo spazio interstiziale fra questi due elementi è occupato da un terzo, ovvero la galleria che si sviluppa attorno al campo.

(foto Francis Vigouroux)

(foto Francis Vigouroux)

L’effetto ricercato, malgrado le dimensioni imponenti (233 metri complessivi di lunghezza, 210 di larghezza e 37 di altezza), era quello di un organismo architettonico differente dagli stadi tradizionali, visivamente più leggero, astratto e minimale.
La nuova realizzazione ha visto il team di Herzog & de Meuron collaborare con lo studio Groupe 6 di Grenoble per la progettazione esecutiva, e con uno dei maggiori landscape architect a livello internazionale, Michel Desvigne, per la sistemazione delle aree esterne allo stadio. Il gruppo Vinci-Fayat era invece presente sia in qualità di finanziatore che di società di costruzioni.

( foto Iwan Baan)

( foto Iwan Baan)

Collocato in un’area verde, nei pressi di un lago e del velodromo e affacciato a sud verso la periferia della città, lo stadio di Bordeaux è stato concepito con lo scopo di integrare le nuove funzioni nell’ambiente senza un eccessivo impatto, e ospiterà anche manifestazioni extra-sportive, quali meeting di aziende ed eventi culturali e musicali.
La struttura si sviluppa lungo l’asse nord-sud, su un lotto di quasi 19 ettari e con una superficie di sedime di 4,6 ettari, con i fronti principali aperti in vari punti verso il parco e la piazza circostante.

01d francia

La zona occupata dalle tribune, interamente al coperto, è del tutto libera dalla presenza di elementi strutturali, al fine di garantire la massima visibilità.
I lavori più delicati sono stati quelli per le fondazioni, che a causa della natura paludosa del terreno hanno richiesto la messa in opera di 945 pali con una profondità superiore ai 20 metri. La struttura è stata realizzata in acciaio, proprio per ottenere una maggiore leggerezza, e di questo materiale sono state utilizzate nel complesso 12mila tonnellate. La copertura è composta da elementi concentrici inclinati di 7 gradi, che consentono all’illuminazione naturale di filtrare al di sotto.

IL CANTIERE
Collocazione geografica: Bordeaux, Francia
Committente: Adim Sud-Ouest (Vinci Construction), Mérignac – Cpi Somifa (Fayat Group), Floirac
Progettazione architettonica: Jacques Herzog, Pierre de Meuron, Stefan Marbach – Herzog & De Meuron
Progettazione esecutiva: Groupe 6, Grenoble
Landscaping: Michel Desvigne Paysagiste, Parigi
Progettazione strutturale: Cabinet Jaillet-Rouby, Orléans – Structures Ile de France, Monrouge
General contractor: Sogea Sud-Ouest Hydraulique, Pessac – Castel & Fromaget, Fleurance – Gtm, Merignac – Razel-Bec, Orsay – Seg Fayat,
loirac
Acustica: IdB Acoustique, Pessac
Illuminotecnica: Agence On, Parigi
Superficie lotto: 186.910 mq
Slp: 77090 mq
Volume lordo: 163.000 mc

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151