"Massimo Ghiloni" tag

Patrimonio pubblico | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Dismissioni. Operazione finanziaria o riqualificazione urbana?

La dismissione del patrimonio pubblico può rappresentare una reale svolta per la riqualificazione urbana, immettendo nel mercato la materia prima in grado di riequilibrare gli squilibri tra domanda e offerta e ricreando l’effetto città in zone edificate nella logica di costruire una casa dopo l’altra senza un disegno di composizione urbana.

La dismissione del patrimonio pubblico è il tema che torna di attualità ogni volta che si cerca una soluzione per ridurre il deficit pubblico, risolvendosi, però, alla prova dei fatti nella postazione di…

Strumenti di pianificazione | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Il permesso di costruire in deroga per la riqualificazione urbana

Il permesso di costruire in deroga, applicabile alle operazioni di riqualificazione urbana, è un istituto che, con le dovute garanzie, consente di adeguare in tempi congrui prescrizioni obsolete del piano alle nuove esigenze da soddisfare, come per esempio gli immobili degradati con effetti negativi sulla zona circostante.

Più si parla di riduzione del consumo del suolo più, come logica compensazione, si deve porre al centro il tema della riqualificazione urbana. La stessa, però, stenta a decollare in quanto non vi…

Punti di vista | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

La regione Umbria prospetta una soluzione per gli extraoneri

E' al momento dell’attuazione delle scelte strategiche che si gioca la partita del bilanciamento degli interessi pubblici e privati e della compatibilità delle proposte dei privati con le indicazioni dell’amministrazione.

Il vero problema dell’urbanistica non è tanto l’articolazione della pianificazione, quanto piuttosto la gestione del piano. Difatti, proprio alla luce della suddivisione dello strumento urbanistico in parte strutturale e parte operativa, è al…

Normativa | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Dal Consiglio di Stato istruzioni per il risarcimento danni da parte della pa

Il Consiglio di Stato ha ammonito con la sentenza n.4968/2013 l’amministrazione a non adottare comportamenti meramente dilatori in quanto immotivati, nonché l’interessato a non assumere una posizione passiva di attesa, bensì a svolgere una tempestiva azione di sollecitazione.Ha dettato le istruzioni per l’uso per conseguire il risarcimento danni per ritardo nel rilascio del titolo abilitativo necessario per realizzare un intervento edilizio.

Con la sentenza n.4968/2013 il Consiglio di Stato ha, in un certo senso, dettato le istruzioni per l’uso per conseguire il risarcimento danni per ritardo nel rilascio del titolo abilitativo necessario per realizzare…

Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Mercato privato | Massimo Ghiloni consulente urbanistico

Il Piano attuativo non sempre è necessario

Mentre per la tempistica nel rilascio dei titoli abilitativi negli ultimi anni sono stati compiuti notevoli passi in avanti, relativamente al procedimento di approvazione del piano attuativo lo stato dell’arte non può invece essere giudicato soddisfacente, in quanto si continua ad assistere a percorsi pluriennali, dovuti anche al mutamento degli assetti politici locali.

Numerosi sono gli ostacoli che si frappongono a una realizzazione in un arco temporale congruo delle previsioni dello strumento urbanistico generale e tra questi sono da annoverare anche i rinvii alla preventiva predisposizione…

Il decreto del Fare | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Gli snellimenti per rilanciare l’edilizia

Il dl n.69/2013, convertito nella l. n.98/2013, denominato «decreto del Fare», ha introdotto disposizioni per snellire alcuni passaggi procedurali. In particolare, l’art.30 del dl si occupa delle semplificazioni in edilizia apportando alcune modifiche e integrazioni al Testo Unico Edilizia dpr n.380/2001.

Il percorso a tappe verso il traguardo della semplificazione si è arricchito di un nuovo contributo, ossia il dl n.69/2013, convertito nella l. n.98/2013, denominato «decreto del Fare», che ha introdotto disposizioni per…

Il Nuovo Cantiere © 2019 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151