"punti di vista" tag

Normative | Edificazione

I limiti alla discrezionalità nelle scelte della pianificazione e le compensazioni

La giurisprudenza ha sottolineato più volte che, in sede di adozione degli strumenti urbanistici generali, la discrezionalità del pianificatore è ampia, senza necessità di motivazione specifica potendosi limitare a motivazioni di carattere generale circa gli obiettivi che si intendono perseguire e le scelte effettuate in concreto.

L’esercizio del diritto di proprietà da parte del titolare può subire notevoli limitazioni che nel linguaggio giuridico vengono chiamati vincoli, come previsto anche dalla Costituzione. Il diritto è stato progressivamente condizionato, soprattutto nella…

Punti di vista | Anni Vartola

L’architettura in Finlandia: etica e sostenibile

Riconosco un cambiamento fondamentale nel modo di pensare generale della professione di architetto. Se guardiamo la giovane generazione di architetti, ovunque le loro strategie di business sono molto diverse dagli studi ben avviati.

La Finlandia, pur essendo relativamente piccola, è un Paese in cui operano circa 3.500 architetti ed è in grado di «produrre» nuovi architetti, o gruppi di architettura, con continuità, che realizzano e progettano…

Città e mercati | Gastone Ave, urbanista

Uso temporaneo degli spazi urbani pubblici: una risorsa ancora in gran parte inesplorata

Le città italiane sono viste nel panorama europeo come quelle da cui vi è maggiore possibilità di imparare il migliore uso temporaneo degli spazi pubblici per la varietà degli usi temporanei consentiti, per il forte ruolo svolto dal Mibact e per l’esistenza di regolamenti comunali molto articolati e la tradizione ben consolidata nella loro applicazione.

L’uso temporaneo degli spazi urbani pubblici è una risorsa ancora in gran parte inesplorata. Per gli edifici pubblici vuoti si incontrano nelle città italiane in modo relativamente frequente molte proposte e qualche realizzazione…

Livia Randaccio | Direttore editoriale de Il Nuovo Cantiere

Editoriale | Livia Randaccio, direttore editoriale de Il Nuovo Cantiere

I botti di fine anno

Siamo in chiusura d’anno e non mancano le novità collegate alle imposte che il prossimo anno non dovrebbero registrare aumenti, alla candidatura di Roma per ospitare le Olimpiadi del 2024, alle affermazioni dal tono minaccioso di Jean-Claude Juncker. Al quale si potrebbe rispondere...

Siamo a fine anno, potevano mancare i classici botti? No di certo, così provvediamo subito a segnalarne alcuni, convinti di avere centrato pienamente l’obiettivo nell’evidenziare quel che più ha fatto “rumore” in questi…

Soprintendenze | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Le regole di comportamento e di dialogo valgono anche per le soprintendenze

La giurisprudenza è intervenuta spesso per richiamare l’attenzione sulle regole che devono essere rispettate dalle soprintendenze nell’azione di tutela dei beni culturali e paesaggistici nell’ambito del procedimento amministrativo.

Il ruolo delle soprintendenze è al centro di un acceso dibattito sulla necessità che le stesse non siano un freno allo sviluppo del territorio attraverso un’attività connotata dall’esercizio di un potere di veto…

Laterizi | Gülnaz Atila, vicepresidente, direttore commerciale e marketing di Wienerberger italia

Edifici come «sistemi»: il ruolo di produttori, progettisti e imprese

Lo sforzo richiesto a noi produttori è quello di sviluppare soluzioni che tengano conto dell’interazione con gli altri «tasselli» che andranno a comporre il «sistema edificio». All’interno di questo «pensiero di sistema» Wienerberger Italia ha ideato, sviluppato e presentato il sistema Porotherm Bio Plan Etics: blocchi rettificati ideali per l’impiego in tutti i casi in cui è previsto il sistema a cappotto.

Nonostante la sensibilità sia aumentata e la discussione attorno a temi come il Bim, il comfort in senso più ampio, la necessità di garantire sostenibilità dei progetti lungo tutto il ciclo di vita,…

Punti di Vista | Claudio De Albertis presidente Assimpredil Ance

Fallimento, concordato e altri strumenti

Gli istituti del concordato preventivo, della ristrutturazione del debito e del concordato in continuità hanno dimostrato grossi limiti che rendono necessario un ripensamento complessivo e alcuni urgenti interventi correttivi finalizzati a evitare condotte fraudolente e a bilanciare i contrapposti interessi in gioco.

Dal 2008 a oggi sono circa 11.200 le imprese di costruzioni fallite e molte altre aziende del settore affrontano le difficoltà economiche ricorrendo a istituti concorsuali di recente istituzione, varati nell’anno passato, come…

Il Nuovo Cantiere © 2019 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151