Aziende | Oil&gas

Trevi ha registrato un buon inizio dell’esercizio 2015

A livello consolidato di Trevi, Finanziaria Industriale spa, holding del Gruppo Trevi nel primo trimestre del 2015 ha evidenziato ricavi totali pari a 297,0 milioni di Euro in aumento del 11,8% rispetto ai 265,7 milioni di Euro raggiunti nel primo trimestre del 2014.

Il consiglio di amministrazione di Trevi >>, Finanziaria Industrialespa, Holding del Gruppo Trevi, tra i protagonisti mondiali nel settore dell’ingegneria del sottosuolo e nella produzione delle macchine per fondazioni e perforazioni, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2015.
A livello consolidato il primo trimestre del 2015 ha evidenziato ricavi totali pari a 297,0 milioni di Euro in aumento del 11,8% rispetto ai 265,7 milioni di Euro raggiunti nel primo trimestre del 2014. I servizi di fondazioni speciali e le vendite di macchinari da fondazioni speciali hanno beneficiato di mercati favorevoli con una crescita di circa il 20%; i ricavi del settore oil & gas sono aumentati dell’1,5%, pur in presenza di un contesto particolarmente sfavorevole.

trevi

Il valore della produzione nel trimestre si è attesta a 309,7 milioni di Euro.(+15.8%) L’ebitda è pari a Euro 21,3 milioni (7,2% sui Ricavi Totali) contro Euro 31,1 milioni dello scorso esercizio. L’ebit raggiunge Euro 5,0 milioni (1,7% sui Ricavi Totali) contro Euro 17,0 milioni dello scorso trimestre.
Le differenze cambio nette ammontano a Euro 3,6 milioni. Esse dovrebbero essere aggiunte ai margini suddetti per una migliore comprensione dell’andamento economico. In generale i risultati economici e finanziari del periodo hanno pesantemente risentito dell’andamento dei cambi. Il risultato ante imposte e ante risultato di terzi è pari a Euro 2,9 milioni rispetto a Euro 6,6 milioni evidenziati nel primo trimestre 2014; utile netto di Gruppo è pari a Euro 1,9 milioni (contro Euro -0,3 milioni registrati nel primo trimestre del 2014).

L’indebitamento finanziario netto è pari a Euro 499,7 milioni in riduzione del 13% rispetto al dato al 31 marzo 2014 in cui si attestava a Euro 574,1 milioni; ricordiamo che a novembre dello scorso anno è stato realizzato un aumento di capitale di Euro 192,9 netti. Sull’indebitamento finanziario netto impattano negativamente per quasi 10 milioni di Euro le operazioni di copertura contro il rischio di cambio. L’impatto fondamentale sull’incremento dell’indebitamento finanziario netto è stato esercitato da due commesse di lungo termine del settore Oil & Gas.

Il patrimonio netto totale si attesta a Euro 716,2 milioni rispetto ai 428,9 milioni del primo trimestre 2014. I principali Indicatori Finanziari, ovvero i rapporti Net Debt/Equity e Net Debt/Ebitda, si attestano rispettivamente a 0,7x (1,3x al 31 marzo 2014) e a 4,3x (4,2x al 31 marzo 2014). Il portafoglio ordini, ammonta a Euro 1.121,1 milioni ed evidenzia un incremento del 2,7% rispetto al livello raggiunto al 31 marzo 2014 pari a 1.091,9 milioni di Euro.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151