Tecnologie | Rivestimenti

Un sistema per realizzare volumi intonacati tridimensionali

X Wall System è il un sistema costruttivo leggero da movimentare, flessibile, sagomabile, adatto per realizzare superfici curve o volumetrie architettoniche, perché può essere facilmente piegato, tagliato, sovrapposto e fissato a svariati tipi di supporto mediante viti, ganci o clip.

Dalla sinergia tecnologica di Ruredil >> e Bekaert >> nasce X Wall System >>, un sistema costruttivo versatile, pratico e performante per rivestimenti architettonici e conservativi. È composto da una rete porta intonaco e da una specifica malta che lo rendono più corposo e cementizio rispetto al cartongesso ma allo stesso tempo flessibile e versatile.
Può essere impiegato su tutti i generi di substrato in calcestruzzo e muratura, oltre che su strutture di supporto quali legno o profili del telaio in metallo. Questo sistema utilizza un pannello costituito da una rete metallica elettrosaldata galvanizzata o in acciaio inossidabile, chiamata Stucanet, in cui è intessuto un foglio di cartone che assicura l’aderenza della malta in fase plastica e l’aggrappo, attraverso i fori, alla rete metallica in fase indurita.
Prevede inoltre una finitura con Plasterwall, la malta da intonaco fibrorinforzata a ritiro compensato a base di legante naturale pozzolanico con posa sia a mano che a spruzzo, che può essere utilizzata sia in interno che in esterno.

http://youtu.be/9MhqsCTniq0

Dal punto di vista architettonico, X Wall System è in grado di assecondare il design creativo e la libertà architettonica, in quanto consente di realizzare volumi intonacati tridimensionali di qualsiasi forma sia in interno che in esterni.
È infatti consigliato per l’intonacatura di archi, volte e pareti inclinate, finiture sotto tetti spioventi, controsoffitti, applicazioni tridimensionali decorative in applicazioni residenziali e non (ristoranti, alberghi), in installazioni espositive e per la realizzazione di creazioni inventive in musei o parchi ricreativi.
Leggero da movimentare, flessibile, sagomabile, è adatto per realizzare superfici curve o volumetrie architettoniche, perché può essere facilmente piegato, tagliato, sovrapposto e fissato a svariati tipi di supporto mediante viti, ganci o clip.

Ruredil_Bekaert_X Wall System

Dal punto di vista conservativo X Wall System svolge la funzione di consolidamento e di ripristino strutturale. Il pannello Stucanet può essere montato su travetti di sostegno per realizzare intonaci che risultano distaccati dal supporto originario per motivi di ventilazione (pareti ventilate), isolamento termico (cappotto termico) o per scelta architettonica. I travetti possono anche risultare autoportanti consentendo di realizzare divisori di locali in struttura metallica e rivestimento cementizio.

Ruredil_Bekaert_X Wall System

IL SISTEMA

Il sistema X Wall presenta 5 diverse tipologie di rete metallica:
Stucanet S, il pannello base, il più leggero e flessibile, indicato per carichi modesti e dotato di versatilità applicativa, può essere piegato e sagomato in qualsiasi direzione. Prevede un punto di fissaggio al travetto di sostegno ogni 45 cm circa.

Stucanet 80 è dotato di un rigido inserto piatto per assicurarne un robusto fissaggio al supporto anche con carichi importanti, che lo rende adatto in applicazioni gravose come soffitti, controsoffitti e appendimenti. Risulta più rigido e meno versatile della versione Stucanet S ma consente un maggior intervallo di spaziatura fra i punti di fissaggio che possono arrivare fino a 60 cm circa.

Ruredil_Bekaert_X Wall System

Stucanet Sn è privo del foglio di cartone preforato, e indicato per realizzare intonaci armati nel ripristino e consolidamento degli elementi in calcestruzzo e muratura con l’utilizzo di malte strutturali tipo Exocem Fp, Exocem G2 o Rurewall T – Strutturale.

Stucanet Bm è consigliato per applicazioni in esterni in quanto, in abbinamento al foglio di cartone preforato presenta una membrana permeabile al vapore ma impermeabile all’acqua per evitare penetrazione di umidità preservando la traspirabilità dell’intonaco.

Stucanet 33 ha la stessa struttura con il doppio filo di Stucanet S ma è in pannelli di formato più stretto (33 centimetri invece di 70 cm) e più lungo (255 cm invece di 240 cm).

Tutte le versioni (escluso Stucanet 33) sono fornite in pannelli formato 70 cm di larghezza e 240 cm di lunghezza pari a 1,68 mq a pannello.

Ruredil_Bekaert_X Wall System

APPLICAZIONE

Taglio e sovrapposizione. Il foglio di cartone pre-forato deve essere tagliato e rimosso solo sul lato corto del pannello (bordo verticale), per una lunghezza pari a circa due maglie per permettere la sovrapposizione fra i pannelli garantendo il sormonto «acciaio su acciaio» sul pannello adiacente. Normalmente va rifilato il bordo laterale destro del pannello in uno schema di posa da destra a sinistra.
Sul lato lungo del pannello (bordo orizzontale) questa operazione non è richiesta in quanto i pannelli sono già «battentati» offrendo una larghezza del cartone inferiore a quella della rete che consente il sormonto facilitato dei fili metallici «acciaio su acciaio».
È importante che la sovrapposizione delle maglie fra i pannelli adiacenti avvenga sempre «acciaio su acciaio» in entrambe le direzioni per garantire la continuità del rinforzo riducente i rischi di fessurazione dell’intonaco.
È consigliato legare i pannelli fra loro con idoneo filo o clips ogni 4 maglie. Nella versione Stucanet Bm la membrana traspirante che riveste la faccia posteriore del pannello fuoriesce nella parte superiore (lato lungo) e sul bordo sinistro (lato corto) facilitando la continuità dello schermo impermeabile nella sovrapposizione dei pannelli.

Ruredil_Bekaert_X Wall System

Verso di posa. L’intonaco va sempre applicato sul lato stampato del pannello (su cui ci sono i marchi). I pannelli Stucanet vanno sempre posati con il lato lungo perpendicolare ai principali supporti di sostegno e quindi «orizzontalmente» se i supporti sono verticali e «verticalmente» se i supporti principali sono orizzontali.
Per garantire l’uniformità e la continuità delle sovrapposizioni dei pannelli, evitando quindi lesioni nell’intonaco finale, il fissaggio dei pannelli Stucanet va affrontato partendo da destra a sinistra in file successive. Non bisogna realizzare sovrapposizioni in corrispondenza di spigoli aperti o chiusi, ma occorre rivestire queste geometrie complesse con un pannello unico (ove possibile) piegandolo sugli angoli.
Se necessario, è possibile tagliare i fili di rinforzo per facilitare l’operazione di piegatura. Per rinforzare lo spigolo è consigliato l’utilizzo di paraspigoli metallici del tipo Widra Distanza tra i punti di fissaggio.
I punti di ancoraggio devono essere realizzati, in verticale, ogni 30 cm, lungo le «linee di rinforzo». Si possono utilizzare sistemi di fissaggio tradizionali reperibili in commercio, scegliendo viti con lunghezza minima di 60 mm. La tipologia e la natura delle viti va sempre scelta in funzione delle caratteristiche del supporto a cui occorre agganciarsi.

Ruredil_Bekaert_X Wall System

Posa della malta da intonaco Plasterwall. La malta da intonaco Plasterwall può essere applicata a mano o a spruzzo e va sempre posata in due mani distinte per uno spessore totale complessivo di, minimo 20 mm.
Nel caso di posa «a mano» è importante che la prima mano sia data facendo aderire il fratazzo o cazzuola direttamente alla rete, con moderata energia in modo da non causare la rottura del supporto in cartone, ma garantendo l’aggrappo dell’intonaco alla rete.
Dopo circa 3 ore di iniziale maturazione sarà possibile procedere direttamente con la seconda mano, che potrà essere applicata a copertura totale, conferendo la finitura desiderata. Nel caso di accidentale lesione del cartone si consiglia di sovrapporre direttamente sulle maglie un «rappezzo» di rete integra, procedendo a nuova intonacatura. È possibile utilizzare altri intonaci di completamento del sistema X Wall, se dotati di caratteristiche di adesione, leggerezza e compatibilità con il supporto, idonee alla posa sopra la rete Stucanet.




Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Nuovo Cantiere © 2017 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151