veronicamulinello

Pilosio | Progetto Re:Build

Costruzioni temporanee per emergenze umanitarie

Coordinato e realizzato da Pilosio Building Peace, Re:Build è un progetto pensato per fornire ai rifugiati costruzioni temporanee, facilmente smontabili, trasportabili e rimontabili. Due le scuole già costruite in Giordania. Il sistema costruttivo impiegato è di tipo modulare, con modulo base affi ancabile e combinabile con altri per ottenere strutture più complesse, dotate di locali chiusi e spazi aperti. Il montaggio di Re:Build è molto semplice e intuitivo ed è stato pensato per essere effettuato da personale locale.

Pensato per fornire ai rifugiati costruzioni temporanee, facilmente smontabili, trasportabili e rimontabili, Re:Build è un progetto coordinato e realizzato da Pilosio Building Peace Onlus. Per i rifugiati siriani è realizzato in partnership con…

Edifici alti | Milano

Torre Allianz: 202 metri in soli 24 mesi

Organizzazione ingegneristica e procedure definite nel minimo dettaglio per il grande cantiere che ha visto la presenza contemporanea di circa 600 maestranze. Si tratta della Torre Allianz, che con i suoi 202 m di altezza, è visibile da oltre 10 km di distanza ed è oggi è l’edificio più alto d’Italia.

Torre Allianz, progettata dall’architetto giapponese Arata Isozaki con Andrea Maffei, è destinata a diventare il nuovo quartier generale di Allianz a Milano. La compagnia di assicurazioni ha acquisito la proprietà della torre da…

Laterizio | Normativa

Prestazioni al fuoco di murature in laterizio: prove e certificazioni

L’articolo espone le modalità di esecuzione di prove sperimentali su pareti in laterizio e le procedure di certificazione della resistenza al fuoco, aspetto peculiare della soluzione costruttiva, a partire dai risultati ottenuti da prove sperimentali così come disciplinate dalle norme vigenti.

I valori tabellari di resistenza al fuoco delle murature in blocchi di laterizio proposti dal D.M. 16.02.2007 [1] risultano necessariamente molto cautelativi e a favore di sicurezza, e sono in generale da utilizzarsi…

Punti di vista | Filippo Delle Piane, vicepresidente Ance edilizia e territorio  

Valorizzare le eccellenze: le città, grande sfida del cambiamento

L’arma più efficace con cui affrontare la grande sfida del cambiamento, oggi che la crisi sembra aver esaurito la sua fase peggiore, è quella di valorizzare, trasformandole, le eccellenze che hanno reso l’Italia una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo: le città.

Il Paese ha di fronte, oggi che la crisi sembra aver esaurito la sua fase peggiore, la grande sfida del cambiamento. L’arma più efficace con cui affrontarla è quella di valorizzare, trasformandole, le…

Cantiere | Organizzazione e gestione

Sicurezza sul lavoro e modelli organizzativi

L’adozione di procedure basate sul concetto di Bim per la gestione aziendale e la sicurezza sembra ben rispondere alle richieste normative e di mercato, in cui qualità e sicurezza sono strettamente legate l’una all’altra.

Il settore delle costruzioni, al pari di molti altri settori industriali, attraversa un momento di grande mutamento anche sotto la spinta di una crisi che dura ormai da molti. La trasformazione ha visto…

Normativa | Dal collaudo statico verso il collaudo sismico

Il collaudo può essere definito ancora statico?

Potrebbe essere l’ora di effettuare un cambio radicale del documento conclusivo dell’iter progettuale e realizzativo di un’opera. Il collaudo, quindi, dovrebbe essere sottoposto a un profondo aggiornamento, secondo i dettami della «pubblica incolumità».

Con il termine composto collaudo statico si è abituati a indicare e definire quel documento particolare – oserei dire «principe» – che ha lo scopo di concludere il processo strutturale di costruzione di…

Giappone | Edilizia residenziale

Anello strutturale antisismico in calcestruzzo armato per ridurre i carichi

L’anello esterno, rappresentato dal guscio in cemento armato delle pareti perimetrali, porta tutti i carichi orizzontali inclusi quelli sismici e relativi all’azione del vento, consentendo di lavorare all’interno su una pianta libera, con l’utilizzo di componenti privi di una funzione portante rispetto alla struttura principale.

A Tokyo, in un quartiere ad alta densità nelle vicinanze di una stazione e di un distretto commerciale particolarmente trafficato, è stata realizzata da Hugo Kohno Architect Associates, affiancati da Kentaro Nagasaka per…

Normative | Massimo Ghiloni, consulente urbanistico

Piano periferie: obiettivi ambiziosi finanziamenti ridotti

Le finalità del nuovo strumento hanno carattere socio-economico in quanto gli interventi sono diretti alla riduzione dei fenomeni di marginalizzazione e di degrado sociale nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto ambientale, anche mediante interventi di ristrutturazione edilizia.

Il Governo prova a rilanciare la riqualificazione urbana mettendo in campo il Piano per le periferie, nato come idea nella legge di stabilità 2015 e che trova ora la sua concreta operatività con…

Livia Randaccio | Direttore editoriale de Il Nuovo Cantiere

Editoriale | Livia Randaccio, direttore editoriale de Il Nuovo Cantiere

Piano nazionale per la riqualificazione delle aree urbane. Periferie e aree degradate tra luci e ombre

Dall’Inu è stata ideata una proposta operativa per mettere a punto strumenti tecnici, normativi, fiscali e farne base d’azione per rigenerare parti delle città, per far si che «l’industria della rigenerazione urbana» passi dalla dimensione micro (sostenuta dall’efficacia degli ecobonus per le ristrutturazioni edilizie) a una scala maggiore rivolta a interi quartieri.

Entro il 30 novembre i Comuni potevano presentare la domanda d’inserimento nel Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate del proprio territorio. Ricordiamo che con la pubblicazione del…

Cambiamenti climatici | Casi studio

Città in cambiamento contro le alluvioni

Il network delle resilient cities si allarga e nel mondo si mettono in campo strategie, progetti e realizzazioni che innovano gli spazi urbani. Le esperienze virtuose di sei grandi metropoli europee e statunitensi (Barcellona, Copenhagen, Rotterdam, New Orleans, New York e Boston) per contrastare l’innalzamento del livello del mare e i cambiamenti climatici.

In Europa Barcellona, Copenhagen, Rotterdam, negli Stati Uniti New Orleans, New York e Boston: sono queste le grandi città che stanno guidando il movimento delle delta cities per contrastare l’innalzamento del livello delle…

Il Nuovo Cantiere © 2021 Tutti i diritti riservati

Tecniche Nuove Spa | Via Eritrea, 21 – 20157 Milano | Codice fiscale e partita IVA 00753480151